02 ott 2015

Le italiane vanno forti in Europa: Lazio 3 Saint'Etienne 2.


 Lazio 3 Saint-Etienne 2

Eh si! Le italiane vanno forti in Europa: vincono Napoli, Fiorentina e Lazio. 
Nel girone G, quello a noi caro, va avanti il Dnipro che batte il Rosenborg e si porta a quota 4 punti in classifica proprio come i biancocelesti. Mister Pioli intravede segnali di ripresa, la vittoria di ieri sera è un risultato positivo non solo ai fini della classifica ma anche e soprattutto per il morale. 
La beffa di Dnipropetrovsk andava archiviata in fretta e così ha fatto la Lazio. Onazi, Hoedt e Biglia, tre gol per tre punti fondamentali. Ma il gol nel finale dei francesi terrorizza i laziali che intravedono i fantasmi in Ucraina. Poi fischio finale e la Lazio può festeggiare.

Tra i pali, spazio a Berisha. In difesa entrano Hoedt e Radu, in mediana Onazi, nella trequarti Keita, in avanti Mauri. Avvio determinato del Saint-Etienne che al 6’ passa in vantaggio: sugli sviluppi di un corner, il pallone non viene intercettato da Biglia, in area irrompe Sall che anticipa Milinkovic e infila Berisha. Un minuto dopo la Lazio potrebbe pareggiare, secco colpo di testa di Hoedt respinto sulla linea da Ruffier. Al 14’ francesi ancora insidiosi: una capocciata di Roux colpisce la parte alta della traversa. Viene fuori la Lazio che al 22’ pareggia: sgroppata di Anderson sulla destra, traversone smistato da Mauri per Onazi che va a segno. Al 32’ Saint-Etienne in dieci: espulso Beric dopo una gomitata a Mauricio, che perde sangue dal naso e viene subito soccorso. La squadra di Pioli prova a sfruttare la superiorità numerica ma senza rendersi incisiva in fase offensiva. Prima dell’intervallo Saint-Etienne ancora pericoloso con un’incornata di Roux, mentre la Lazio sciupa un ghiotta occasione con Mauri che calcia lato davanti alla porta.
 
Nelle ripresa non rientra Mauricio, colpito al setto nasale, al suo posto, Pioli inserisce Gentiletti. Al 3’ pallone scodellato in area da Biglia su punizione, la zampata di Hoedt punisce la difesa francese in controtempo e vale il secondo gol biancoceleste. Pioli ritoccato il fronte offensivo con Matri al posto di Mauri. Il Saint-Etienne resta in agguato per cercare il pareggio, ma al 32’ rimane in nove per l’espulsione di Sall al secondo cartellino giallo. Al 35’ il terzo gol della Lazio: Biglia lesto a tirare dopo una respinta di Ruffier su conclusione di Keita: palla in rete con una deviazione di Polomat. Ma la vittoria non è ancora incartata perché Monnet-Paquet, subentrato sei minuti prima, sfugge a Basta e beffa Berisha con un pallonetto. I francesi poi sfiorano il pari con un colpo di testa di Pajot. Anche la Lazio è insidiosa sino all’ultimo con Matri ma deve attendere i tre minuti di recupero per tirare un sospiro di sollievo.
 
Cronaca a cura di Nicola Berardino

Nessun commento: