06 feb 2015

Lazio vs Genoa, probabili formazioni e statistiche.


All'Olimpico, la Lazio di Pioli attende il Genoa di Gasperini. Solo 5 punti dividono la squadra romana da quella genovese. Nelle ultime 5 gare, la Lazio, ha collezionato 7 punti alternando buone prove a qualche scivolone, da ultimo quello in casa del Cesena; i rossoblù, invece, sono riusciti a portare casa nelle ultime 5 partite appena 3 punti frutto di altrettanti pareggi con Atalanta, Sassuolo e Fiorentina, tutti e 3 entro le mura amiche. Gasperini ha dovuto a malincuore salutare il capitano rossoblu, Antonelli, approdato a Milano sponda rossonera, il centrocampista Sturaro, arrivato alla corte di Allegri così come l'attaccante Alessandro Matri. Perdite importanti per la rosa genoana. La Lazio, non ha rinforzato l'attacco durante il calciomercato e rischia di non raggiungere l'obiettivo prefissato. Potrà, però, riabbracciare Felipe Anderson, Biglia e De Vrij, talenti insostituibili nell'11 titolare biancoceleste. 
Il match sarà fondamentale per entrambe le squadre, guai a sottovalutare l'avversario, il pericolo è dietro l'angolo. 

Statistiche

44 i precedenti all’Olimpico di Roma tra i laziali e i grifoni rossoblù in archivio, con un bilancio favorevolissimo alla Lazio: 22 vittorie per i padroni di casa, 6 sconfitte e 16 pareggi. L’ultimo precedente risale alla giornata numero 11 della stagione 2013/2014 con i gol di Kucka e Gilardino (su rigore) a decidere il match in favore del Genoa.
La Lazio di Pioli dei 34 punti incamerati finora ne ha guadagnati 21 tra le mura amiche, mentre il Genoa di Gasperini ha macinato sin qui 15 punti sui 29 totali lontano da Marassi. 112 i gol siglati in Lazio-Genoa con 76 reti della Lazio e 36 del Genoa, mentre il momento più propizio per andare in gol sembra essere il primo quarto d’ora di gioco tra il 46′ e il 60′ con 44 gol siglati. Le statistiche medie a incontro parlano di leggera superiorità dei biancocelesti nel possesso palla (53 vs 47), nei passaggi riusciti (66,2 vs 61,3) e nella pericolosità (54,0 vs 45,6). Venendo ai singoli e ai probabili marcatori particolarmente pericolosi nella Lazio i soliti Klose e Candreva, mentre tra gli ospiti l’attenzione è rivolta principalmente a Perotti, Niang e Bertolacci.

Pre-tattica

Qui Lazio - Modulo: 4-3-3
A Formello ritorno in campo per Felipe Anderson, infortunio alle spalle e Pioli confida di tornare a convocarlo già lunedì sera. Da monitorare invece la situazione legata a De Vrij, ottimismo però per vedere il difensore in campo contro il Genoa. Il tecnico infine ritrova arruolabili Biglia e Radu scontate le squalifiche, ma il rumeno oggi non si è allenato causa influenza. In avanti tridente composto da Candreva, Klose e Mauri, il tedesco da domani tornerà in gruppo smaltita la lombalgia.

Qui Genoa - Modulo: 4-3-3
Il Grifone si presenta all'Olimpico di Roma orfano dello squalificato Burdisso, pronto allora Izzo a rimpiazzare l'argentino. A centrocampo ritrova posto dall'inizio Bertolacci, mentre nel tridente Niang va verso la conferma da titolare. Oggi non si è allenato Perin per una leggera influenza, il portiere non mancherà contro i biancocelesti. Indisponibili Tino Costa, Antonini e Marchese.

 Probabili formazioni

Lazio (4-3-3): Marchetti, Basta, De Vrij, Mauricio, Radu; Parolo, Biglia, Cataldi; Candreva, Klose, Mauri. All. Pioli
A disp: Berisha, Cavanda, Novaretti, Konko, Cana, Ledesma, Onazi, Ederson, Felipe Anderson , Keita, Perea. 
Squalificati: -
Indisponibili: Gentiletti, Ciani, Lulic, Djordjevic, Pereirinha, Braafheid

Genoa (4-3-3): Perin, Roncaglia, Izzo, De Maio, Edenilson; Bertolacci, Rincon, Kucka; Iago Falque, Niang, Perotti. All. Gasperini
A disp: Lamanna, Sommariva, Ariaudo, Tambè, Bergdich, Mandragora, Laxalt, Lestienne, Pavoletti, Borriello. 
Squalificati: Burdisso
Indisponibili: Antonini, Marchese, Tino Costa.

Nessun commento: