22 feb 2015

L'aquila vola. Lazio 2 Palermo 1.

Lazio 2 Palermo 1
Una vittoria importantissima quella dei biancocelesti a Roma contro gli uomini di Iachini. Una delle migliori squadre che il nostro campionato ci ha regalato quest'anno, con le due soprese Vasquez e Dybala. 
La Lazio da subito padrona del campo con alle spalle il supporto di una curva gremita. I biancocelesti non sbagliano l'approccio al match, anzi a tratti dominano il centrocampo. Da subito si capisce che sarà una sfida a viso aperta, ricchi di colpi di scena, Dybala e Vasquez in contropiede e Klose, Candreva, Mauri a spaventare la difesa rosanero. Cavanda rileva l'influenzato Basta e contro ogni pronostico non fa rimpiagere il terzino biondo. La squadra di Pioli mette in apprensione il reparto difensivo quando attua un forcing spietato verso la porta di Sorrentino:  Al 20° Sorrentino si oppone a una conclusione angolata di Mauri. Al 22° un colpo di testa di Mauricio è fuori bersaglio. Ma il Palermo è attento e sul più bello, un errore clamoroso di Mauricio (che passa praticamente la palla a Quaison) innesca Dybala che è lesto a infilare Marchetti.
Duro colpo per la Lazio che prova timidamente a rialzare la testa. I siciliani trovano fiducia e insistono con il duo Vasquez-Dybala, poco dopo l’argentino risbuca davanti alla porta e potrebbe raddoppiare ma calcia alto. Pioli urla dalla panchina, vuole una Lazio più decisa, e allora Mauri chiama la carica e la squadra riparte...Alla mezz'ora, ci pensa sempre il capitano, bravo a capitalizzare un traversone di Cataldi. E' l'ottavo gol per l'uomo imprescindibile dalla formazione di Pioli. 1-1. 
Il pubblico si scalda, la Lazio ritorna a giocare un calcio ad alti ritmi. Al  Al 40° Marchetti sventa in uscita su Lazaar, ribatte al tiro Vasquez con De Vrij che rischia sul rinvio. 
Sospiro di sollievo per i tifosi e tutti negli spogliatoi. Nella ripresa i ritmi sono incessanti, botta e risposta delle due compagini, il Palermo prova subito a sorprendere la Lazio, ma Marchetti si salva in angolo su rasoiata di Vazquez. Risposta con un tentativo di testa di Klose smorzato da Sorrentino. Grande parata del portire rosanero. Fuori Biglia per Ledesma e Lazaar per Daprelà. La Lazio torna pericolosa quando in cattedra sale Antonio Candreva, ci prova da ogni angolo e posizione, tiri imprecisi ma creano scompiglio alla difesa siciliana. Pioli inserisce Keita al posto di Klose per rinvigorire l’attacco. Iachini manda in campo Belotti. Alla mezz'ora dopo svariati tentativi, Antonio Candreva non sbaglia, dribbling e tiro angolato che si stampa sotto la traversa, Sorrentino non può nulla. 
Magia e 2-1. Antonio corre sotto la Nord, urlo liberatorio e scivolone che gli causa l'uscita dal campo per infortunio. Applausi a scena aperta per lui. Dentro Onazi. Sei minuti di recupero, ma il Palermo è stanco e rassegnato, fallo di frustrazione per Barreto che gli costa il secondo giallo e quindi l'espulsione. Fischio finale e tre punti che valgono la seconda vittoria consecutiva e la ferma posizione nelle zone calde della classifica.

Nessun commento: