14 set 2014

Davanti al suo pubblico la Lazio non sbaglia. Lazio 3 Cesena 0.


Lazio 3 Cesena 0

E' proprio vero, il pubblico dell'Olimpico scalda i cuori e fa aumentare i polmoni. La Lazio di Pioli scende in campo agguerrita e gioca un calcio equilibrato ed efficente. Domina tutta la partita senza lasciare spazio agli avversari, Candreva è un bolide inarrestabile, Parolo segna il suo primo gol in biancoceleste e Edson Braafheid e Gentiletti non subiscono l'emozione della prima davanti ai tanti tifosi, anzi si caricano e questo non fa che bene al gioco della squadra. La Lazio mette in campo tutti e sei i nuovi acquisti dell'estate, pressa alta e non lascia il tempo per ragionare alla squadra di Bisoli. E il risultato è incoraggiante. Guidati dalla qualità e dalla forza fisica di Candreva, i biancocelesti dominano le fasce con Braafheid e Basta, controllano il centrocampo grazie alla regia di Biglia e dietro alzano la diga. Gentiletti e De Vrij mettono la museruola a Rodriguez e Marilungo, lasciati dai compagni sempre soli al loro destino. Bene anche Djordjevic in avanti. Apre le danze il solito Antonio Candreva, che su assist di Braafheid calcia al volo e insacca. Esulta portandosi le mani alle orecchie, come se volesse mandare un messaggio al pubblico: "Gridate più forte, mi siete mancati." Parolo per la sicurezza e Mauri nel finale certifica la larga affermazione dei capitolini. Un pomeriggio di festa, finalmente. Arrivano dunque i primi 3 punti della stagione. Al termine dell’incontro, a parlare ai microfoni di SkySport è Antonio Candreva, protagonista assoluto in campo: “Ci mancavano i tifosi, è bello vederli esultanti sugli spalti, sono il nostro dodicesimo uomo in campo. Siamo contenti per la vittoria, speriamo sia solo l’inizio questo. Pioli ci chiede di giocare all’attacco, a Milano eravamo stati sfortunati. Bella prestazione oggi, vittoria meritata. Mercato? C’è stata la possibilità di cambiare maglia, ma io sono voluto rimanere. In passato, quando sono arrivato, avevo espresso la volontà di diventare una bandiera qui”.

Nessun commento: