02 giu 2014

Le pagliacciate in casa Lazio sono all'ordine del giorno: Reja smentisce l'addio.

Non è ancora risolto il giallo circa le presunte dichiarazioni rilasciate (e smentite) da Reja a Il Messaggero nella giornata di sabato, sulle alture dello Zoncolan, in occasione della penultima tappa del Giro d'Italia. Stamane, infatti, il quotidiano non solo ha confermato la veridicità delle dichiarazioni del mister goriziano in un bar nei pressi della seggiovia che porta al Monte - davanti ad alcuni testimoni - ma ha anche aggiunto altri dettagli non riportati "per una questione di delicatezza ma che, a questo punto, ci pare giusto fare". Il tecnico avrebbe quindi aggiunto: "Nessuno vuole venire alla Lazio - concetto già detto e ribadito ufficialmente in passato, suscitando la forte reazione del presidente Lotito -, altri calciatori vogliono andar via, c’è confusione. Con una squadra ringiovanita e rinnovata sarebbe molto più difficile superare i problemi, anche alla luce del clima che si è creato e con le pressioni che si vivono a Roma".
AGGIORNAMENTO 02/06 ORE 07:15 - Resta in bilico la panchina di Edy Reja, le ombre di Pioli, Inzaghi e Donadoni si fanno sempre più ingombranti. Il tecnico friulano potrebbe lasciare per la seconda volta la Capitale, ma stavolta le offerte non mancano. Secondo l'edizione odierna de La Repubblica, sulle tracce del tecnico di Lucinico ci sarebbero non solo la Nazionale greca e l'Udinese, ma anche il Levante e il Betis. Tante possibilità per Reja, che entro la fine della settimana conoscerà il proprio destino.

Edoardo Reja ha smentito categoricamente le dichiarazioni uscite questa mattina sulle pagine de Il Messaggero attraverso un comunicato apparso sul sito ufficiale della società biancoceleste: "In riferimento alle notizie apparse oggi sul quotidiano 'Il Messaggero', preciso di non aver mai rilasciato nessuna intervista ad alcuno e che le dichiarazioni e le valutazioni che mi vengono attribuite non corrispondono al mio pensiero. Ribadisco quanto dichiarato nei giorni scorsi circa l'incontro già fissato con la Società alla fine della prossima settimana dove effettueremo le valutazioni per il futuro. Aggiungo che non è mai venuto meno in queste settimane il contatto quotidiano con il Presidente ed i dirigenti, cosa che ho spesso sottolineato nelle interviste ufficiali che ho rilasciato. Sono altresì molto dispiaciuto nel constatare come ancora una volta si tenda a creare un clima teso a destabilizzare l'ambiente e vengano espressi giudizi.

fonte: lalaziosiamonoi

Nessun commento: