27 apr 2014

Profumo d'Europa. Livorno 0 Lazio 2.


Livorno 0 Lazio 2

I biancocelesti vincono a Livorno e restano in corsa sul treno per l'Europa league. Ordinaria amministrazione per gli uomini di Reja che battono gli amaranto per 2 reti a 0.  La Lazio spinge in basso il Livorno di Nicola che adesso vede la B più vicina. Il Livorno ci mette la faccia e gioca dignitosamente. Ma i limiti offensivi sono palesi e fatali. Reja riesce a dare alla Lazio equilibrio tra i reparti e nonostante l'assenza di una punta di ruolo, mette a segno due gol importantissimi. Mauri prima e Candreva poi chiudono i giochi. Ottima la prestazione di Biglia, unico acquisto di peso del mercato laziale. Il Livorno si esprime poco e a folate. Lascia l'iniziativa e poi per alcuni minuti aumenta la sua intensità cercando così di sorprendere il più dotato avversario. Al 4' Bardi vince il primo duello a distanza con Mauri, girata del capitano e volo a respingere del giovane portiere; Undici minuti dopo, però, Mauri tira da posizione angolatissima, con precisione ma neppure con troppa convinzione, Castellini lo lascia fare, Bardi è in ritardo, e la palla finisce in porta. Nel secondo tempo Candreva fa il buono e il cattivo tempo, Keita porta a spasso la difesa livornese e Mauri aiuta i suoi nelle ripartenze. La difesa è rocciosa.
Nicola riflette, all'inizio del secondo tempo: ma fra pensiero e azione arriva la botta fatale di un calcio di rigore. E' Mauri che se lo procura con una mezza girata al volo: sulla traiettoria c'è Rinaudo, la palla incrocia un suo braccio e per De Marco è una infrazione degna della massima severità. Dal dischetto, Candreva realizza, è il 6° e la partita non ha più nulla da dire.
Le correzioni offensive del Livorno (dentro Belfodil per Greco) non causano danni all'impianto laziale, né alla tranquillità di gestione della partita. Semmai, aprono spazi di contropiede alla squadra di Reja. Onazi va vicino al 3-0, poi Keita viene fermato tutto solo verso la porta per un fuorigioco inesistente, era partito da dietro la linea del centrocampo. Finisce 0-2, la Lazio vede l'Europa, il Livorno la serie B.

2 commenti:

Danimanu1 ha detto...

Oi Yashal come stai? Ne è passato di tempo è? Sono totalmente d'accordo con la tua analisi, il Livorno presenta lacune improponibili sia a livello offensivo che difensivo ed è meritevole della cadetteria, per quanto riguarda noi spero di stracciare il Verona e che il Torino sia fermato dal Chievo settimana prossima. Saluti Laziali!!

Mondo Biancoceleste ha detto...

Tutto bene, grazie. Penso che sarà una lotta molto difficile soprattutto perchè il Torino è in piena forma fisica. saluti