15 gen 2014

Tim cup: Lazio-Parma 2-1. Le giovani aquile fanno volare la Lazio.


Lazio-Parma 2-1. La doppietta di Perea vale i quarti di Coppa Italia. All'Olimpico il centravanti colombiano fa la differenza contro i gialloblù, che pagano gli errori sottoporta. Al prossimo turno gli uomini di Reja affrontano la vincente di Napoli-Atalanta, in programma oggi. E' stata una bella prestazione delle giovani aquile: Perea, Anderson, Keita e Onazi hanno dimostrato carattere e grinta, riuscendo a battere un Parma quasi tutto al completo.
Per la squadra di Reja doppietta del colombiano Perea, che ha segnato il gol decisivo al 91'. Per il Parma rete di Biabany. La Lazio ha dimostrato di poter fare male anche con le cosiddette seconde linee. Inizialmente è una partita dai ritmi blandi ma la Lazio che ha i suoi tifosi vicini ha qualcosa da farsi perdonare, così Onazi e compagni spingono sull'acceleratore e al minuto 25 Perea a raccoglie una maldestra respinta di Bajza su Felipe Anderson e mette in rete l l'1-0. Il Parma tuttavia ha il merito di scuotersi e al 34' fa le prove generali per il pari: Parolo s'inserisce sfruttando lo scivolone di Ciani, ma conclude a lato di un soffio. Al 43', invece, la difesa della Lazio si mostra in vena di regali: Biabiany cade in area, si rialza, stoppa bene il cross di Cassani e infila Berisha per il comodissimo 1-1. Nella ripresa il Parma sembra averne di più ma i biancocelesti non demordono. La serata è quella giusta soprattutto per gli svarioni che sotto porta fa il Parma, Sansone e Biabiany sbgliano due o tre occasioni clamorose e la Lazio li punisce. Hanno tutti il fiatone al 91° tranne uno: "el coco" Che ha ancora la forza per raccattare un pallone semi-vagante in piena area e battere d'istinto Bajza per la seconda volta. E' il gol più importante della sua giovane carriera, che regala a Reja e al pubblico dell'Olimpico i quarti di finale di Coppa Italia, oltre a un comprovato miglioramento sul piano dell'atteggiamento. La Tim Cup, vinta cinque volte nelle ultime tredici edizioni, si conferma uno dei principali obiettivi anche quest'anno.

Nessun commento: