31 gen 2014

La giornata della contestazione: Hernanes in lacrime, il popolo grida la carica...


Alta tensione in casa Lazio. Cinquecento tifosi hanno inscenato una dura contestazione a Formello per protestare contro la possibile cessione di Hernanes all'Inter. Gli ultrà si sono radunati fuori dai cancelli del centro sportivo biancoceleste e intonato cori contro il presidente Lotito e la dirigenza, accusati di trattare con Thohir. Presente anche la polizia. Duecento ultrà si sono diretti poi a Villa San Sebastiano, residenza di Lotito. Alle 20:00 i tifosi fuori dal quartier generale di Lotito sono in continuo aumento e ora si attestano intorno alle 300 unità. Continua la contestazione verso il presidente e anche nei confronti del direttore sportivo Tare. E' stato anche affisso uno striscione molto duro nei confronti dei dirigenti.
 Alle 21:00 Il tam tam dei tifosi, contrari alla cessione di Hernanes e alla gestione Lotito, fa il giro dell'etere: non si ferma Radiosei, la radio dei sostenitori biancocelesti, che continuerà a trasmettere live anche in nottata, con dirette aperte per dar voce alla protesta. In voce Guido De Angelis, fino a notte fonda. Le lacrime del Profeta sembrano aver riacceso anche i cuori più intorpiditi. Oggi arriverà l'ufficialità della cessione del brasiliano e siamo certi che Lotito non avrà il tempo di reinvestire i soldi per un centrocampista in grado di coprire il vuoto lasciato dal profeta. Intanto arriva Helder Postiga e saluta la Lazio Floccari. Un mercato davvero disastroso quello della società biancoceleste ma il popolo si è svegliato e grida la carica...

1 commento:

Entius ha detto...

Una grave perdita per la Lazio e, allo stesso tempo, un grande colpo di mercato per l'Inter. Il più classico dei "mors tua vita mea". :-)
Ciao!!!