30 gen 2014

Coppa Italia: il Napoli in semifinale, la Lazio esce a testa alta.

La Lazio esce sconfitta dal San Paolo, e perde la possibilità di giocarsi 3 derby in 8 giorni.  La qualificazione è degli uomini di Benitez. Gol rocambolesco quello che ha siglato la vittoria azzurra: un tiro di Callejon ha toccato il centravanti argentino Higuain ed è finito in porta, tra le proteste dei laziali per un fuorigioco inesistente in quanto Higuain era trenuto in gioco da Ciani. La Lazio, ha tenuto testa agli avversari, nonostante le assenze di Hernanes, Klose e Candreva. Difesa a 3, squadra corta, centrocampo valido e attaccanti pronti al sacrificio. Il Napoli non ha trovato spazi, confermando le difficoltà emerse in campionato, in tutto il primo tempo l"unica vera occasione è arrivata da un tiro di Jorginho che ha scheggiato il palo. Benitez, che teneva tanto alla semifinale, ha schierato la miglior formazione possibile e, nella fase finale, per dare una ulteriore spinta alla manovra,ha inserito anche Mertens e Pandev. Il Napoli è cresciuto, ha sfiorato il gol con Callejon e l"ha trovato con Higuain in maniera fortunosa. La Lazio, impeccabile nel primo tempo, per tattica e intensità, ha tenuto validamente testa agli azzurri pagando solo l"evanescenza di un attacco troppo giovane e senza un centravanti di peso. E Reja ha scontato anche la necessità di dover effettuare 3 cambi forzati, però la squadra ha evidenziato altri progressi uscendo di scena a testa alta dalla Coppa Italia e meritando gli applausi. La Lazio perde l'occasione di ricucirsi sulla maglia quel simbolo che quasi un anno fa, il 26 maggio, faceva la storia e la gloria di un popolo.

Nessun commento: