28 dic 2013

Reja porterebbe con se Paolo Cannavaro, oggi la firma del contratto.

Claudio Lotito ed Edy Reja metteranno nero su bianco per il ritorno del tecnico, che potrebbe portare alla Lazio il suo vecchio leader di Napoli, Paolo Cannavaro.
Traghettatore io? Non sia mai. Giovanni Trapattoni non riesce a dire sì ad una proposta del genere, anche se significherebbe tornare ad allenare in Serie A. Troppo pochi per plasmare una squadra, per dire la propria. Claudio Lotito ci ha provato, il Giuan ha detto gentilmente no grazie. Lazio, avanti con Edy Reja.

E' il goriziano l'allenatore scelto dal presidente biancoceleste per risollevare l'Aquila, a terra, senza ali, spossata, appensantita. Petkovic ha firmato con la Svizzera, Reja firmerà con la Lazio. L'intesa c'è, da definire alcuni dettagli e la composizione dello staff. Il vice allenatore potrebbe essere Simone Inzaghi.

Lotito e Reja hanno parlato per cellulare, la firma dovrebbe annunciare oggi, dopo che i due si incontreranno faccia a faccia e riprenderanno da dove avevano finito lo scorso anno. Il presidente della Lazio è grato al tecnico per quanto fatto in passato, vedi la letterea che scrisse al tecnico quando lasciò Roma. Porte sempre aperte, espressione presa sul serio.

In estate, poi, tutto su Yakin, svizzero di origine turca che ha trasformato il Basilea in una squadra ostica per tutte le big d'Europa, basti vedere i risultati contro le corazzate inglesi e spagnole. Reja, dopo il ruolo di traghettatore, dovrebbe diventare direttore tecnico nella nuova Lazio svizzera, capitolo due.

La verà novità, secondo quando evidenzia il 'Corriere dello Sport', è una possibilità dal passato. Il calciomercato della Lazio? Grazie a Reja. Rinforzo in difesa, inaspettato, per merito del goriziano. La Lazio, infatti, potrebbe arrivare a Paolo Cannavaro. La sua avventura a Napoli è finita, cerca un nuovo club.

I due sono stati tecnico e difensore principe, simbolo, del primo Napoli di Aurelio De Laurentiis, quello passato dalla Serie C all'Europa League.

Reja allenatore e Cannavaro centrale titolare, in una città diversa, in un tempo diverso. Alza la cornetta, l'esperto allenatore, per chiamare il napoletano. Che nella sua città non può più stare, costretto a lasciarla. Possibilità Lazio, vecchia e nuova Aquila.

Nessun commento: