29 dic 2013

Intervista ad Hernanes tra presente e futuro.


Si concede alle telecamere di Sky, lo fa con il 2013 ormai agli sgoccioli. Ma quando parla del suo futuro, Hernanes sveste i panni del Profeta: "Mi sento in un buon momento della mia carriera, della mia vita. Quello che succederà dopo non lo so, però ora sono contento", le parole del centrocampista della Lazio.

 Il destino è imperscrutabile, ma il brasiliano conosce bene i propri sogni: "La mia coscienza dice che sto seguendo una strada e so dove voglio arrivare. Ho un'immagine chiarissima del mio futuro, di quello che voglio. I complimenti e le critiche fanno parte di questa strada. Non posso negare di essere arrivato alla Lazio con la voglia di vincere lo Scudetto, vorrei scrivere la storia, sarebbe una cosa fantastica. Prima di arrivare a quello, però, ci sono stati altri obiettivi da raggiungere, ma non ci siamo riusciti. Per questo voglio ottenere ciò che non abbiamo raggiunto finora". 

Il numero 8 laziale ripercorre i momenti clou della sua storia recente: "Ho in mente le fotografie della mia carriera. Tra queste, c'è il 26 maggio. Un giorno che rimarrà nella storia, non lo scorderò mai. Battere la Roma, vincere quella coppa è stato bellissimo. Anche la Confederations Cup con il Brasile è stata un'emozione grandissima. Dal Brasile ho portato i trofei vinti per metterli in una bacheca a casa mia, in Italia. E ne sono arrivati altri anche alla Lazio!".  

Il suo grande desiderio, non è un mistero, è trionfare al Mondiale in patria: "In Brasile è una cosa magica. Non so cosa potrà provare un giocatore della Selecao in quel momento. Per ottenere quest'obiettivo, devo continuare a lavorare bene alla Lazio. Il mio sogno per il 2014 è diventare campione del Mondo con il Brasile".  

Se gli chiedi un giudizio sulla sua stagione, invece, Hernanes dribbla come se fosse in campo: "Non so darmi un voto, lo tengo per me. Comunque sono contento. Quando per strada qualcuno mi dice che girano voci su di me, mi domando 'Chi ha detto cosa?'. Ma di questo non voglio sapere nulla". L'anima di profeta si fa da parte, il futuro di Hernanes è ancora tutto da scrivere.

Nessun commento: