07 nov 2013

Europa league, qualificazione a un passo. Lazio 2 Apollon Limassol 1.

Lazio 2 Apollon Limassol  1
La Lazio di Vladimir Petkovic batte 2-1 l'Apollon Limassol e consolida il secondo posto in classifica alle spalle del Trabzonspor, vittorioso sul campo del Legia Varsavia. A due giornate dalla fine, la qualificazione è a un passo, considerando i 4 punti di vantaggio dall'Apollon e il vantaggio degli scontri diretti. Una serata perfetta, insomma? Non proprio, perché, nonostante il risultato, il gioco espresso dai biancocelesti è stato poco convincente. La sensazione è che continuando di questo passo, il cammino in Europa sarà breve. Una critica doverosa, verso una squadra che da inizio campionato non riesce a fornire le prestazioni brillanti della scorsa stagione. La verità è che ottenere tre punti anche contro i modesti ciprioti costi una fatica e una sofferenza tremenda. 
Petkovic lascia in panchina Klose e schiera Floccari in avanti supportato da Keita, Ederson e Candreva. Tra i pali debutto stagionale di Berisha. Nei primi dieci minuti la Lazio gioca e l'Apollon attende con undici uomini dietro la linea del pallone. Poi i biancocelesti affondano il colpo e l'attaccante calabrese Sergio Floccari prende in mando la squadra: assistito da un ottimo Keita, sigla una doppietta (14°, 37°) e sfiora in altre due circostanze la tripletta. I ciprioti trovano a sorpresa il gol dell’1-2 al primo tiro in porta, segna Papoulis che supera il debuttante Berisha con un destro angolato, approfittando di un errore di Cana in fase difensiva. Poi ci prova Candreva con un bolide ma senza trovare la rete della tranquillità. Nella ripresa la Lazio spreca ben due occasioni clamorose. Al 5° Keita ad un passo dalla porta non riesce a ribadire in rete, su respinta di Bruno Vale, una punizione di Hernanes. Poco dopo Floccari fa infuriare Petkovic quando non riesce a buttare dentro l'ennesimo assist da sinistra di uno scatenato Keita. Stasera al giovane biancoceleste classe '95 manca solo la rete. Poi ci pensa Berisha a salvare il risultato al 69° con un grande intervento sul solito Papoulis, liberato da una svarione di Novaretti, appena subentrato a Konko. La Lazio non chiude la partita e nel finale soffre il ritorno dei ciprioti a caccia del pareggio.Termina 2-1 e obiettivo raggiunto: gol, vittoria, qualificazione ai sedicesimi piu' vicina, ma soprattutto un'iniezione di fiducia in vista anche del campionato. La Lazio deve osare di più.

Nessun commento: