15 set 2013

Una scossa importante. Lazio 3 Chievo 0.


Lazio 3 Chievo 0

Buona la terza. La Lazio aveva bisogno di una vittoria per dimenticare i quattro gol di Torino, così nella settimana che precede il derby e nel giorno della contestazione dei tifosi nei confronti della società, Candreva, Cavanda e Lulic siglano un pesante 3-0 contro lo spauracchio Chievo. I primi 15 minuti la Nord protesta e attende fuori dallo stadio, Biava si fa male e lascia il posto a Ciani, ma la Lazio riesce comunque a passare in vantaggio grazie a un recupero di Ederson e al bolide di Candreva. Nulla può Puggioni e la Lazio passa. Nonostante la contestazione, la tifoseria laziale non ha fatto mancare il suo applauso durante un video che riproponeva le gesta di Giorgio Chinaglia, il bomber della Lazio scudettata del "74 morto negli Stati Uniti nell"aprile 2012, la cui salma è rientrata in Italia stamane per riposare accanto a quella dell"allenatore Tommaso Maestrelli, nel cimitero di Prima Porta. In tribuna presente il figlio, Giorgio Chinaglia Jr. 1-0, Petkovic si sbraccia, vuole una squadra sempre vigile, attenta, diversa da quella catastrofica vista contro la Juventus. Il Chievo cerca di reagire e al 35° va vicina al pareggio con Paloschi, ma Marchetti si salva in tuffo.
Al 38° il raddoppio della Lazio con Cavanda al suo primo gol in serie A. Cross di Ledesma e Cavanda intercetta al volo. Raddoppio e un passo alla volta la Lazio cresce d'intensità. 

La Nord supporta i ragazzi, mai la protesta è stata rivolta a loro. Possesso palla, i terzini spingono e Candreva fa il fenomeno, bene Onazi in mezzo al campo, è chiaro che il nigeriano meriti un posto da titolare. Non passa molto dal terzo gol biancoceleste: Onazi si smarca molto bene sulla sinistra e serve Lulic che in volata supera Puggioni. Squadre al riposo sul 3-0 per la Lazio. Nella ripresa il Chievo prova a reagire ma la squadra di Petkovic gestisce bene il triplo vantaggio.
Al 23° discesa di Lulic sulla destra e conclusione respinta da Puggioni.
Ancora un'occasione per la Lazio al 25°, ma il portiere del Chievo salva anche su Klose. La Lazio sfiora più volte il poker e i veronesi si rassegnano alla sconfitta man mano che i minuti passano.

Il match non ha più nulla da dire, Keita gioca gli ultimi momenti di gara. La Lazio torna alla vittoria nel momento più delicato, l'Europa e il derby i prossimi obiettivi.

5 commenti:

Entius ha detto...

Una buona gara da parte della Lazio che doveva riscattarsi dopo la mezza figuraccia di Torino. Secondo me anche quest'anno la Lazio potrà dire la sua.

http://calciorum.blogspot.it/

Euterpe ha detto...

Una bella iniezione di fiducia per domenica prossima

Vincenzo ha detto...

Il primo tempo è stato rocambolesco con un Chievo all'assalto, ma voi tre tiri e tre gol. Il massimo della cinicità.

Bravi!

francesco QCI ha detto...

Fino alla fine la Lazio, come sempre, finirà per fare il solito buon campionato...nonostante tutto ;)

Orgoglio Nerazzurro ha detto...

Complimenti per la vittoria, penso che sarà un bel campionato, combattuto e competitivo fino all'ultimo, anche se i bianconeri temo abbiano ancora qualcosa in più.
Un saluto.