21 lug 2013

La parola a Stefan Radu...

Mancano 4-5 giorni alla fine del ritiro, non siamo ancora al 100 %, stiamo tornando al meglio della condizione fisica. La corsa alle 7 di mattina è stata la parte più dura che per fortuna è passata. Adesso che sono arrivati anche i nuovi possiamo lavorare più sul campo. 
Che modulo preferisco? Io preferisco giocare in 15 se si può (ride ndr). Dipende dal mister che valuterà in questi giorni. Cambieremo diversi sistemi di gioco come lo scorso anno”. Tanti i giovani presenti nel ritiro di Auronzo. Da Rozzi a Keita, da Tounkara a Cataldi, tutti pronti a scrutare i movimenti dei più grandi: “Stanno lavorando bene, sono umili, hanno molto da imparare da tutti noi. Se c’è qualcosa da spiegargli li aiutiamo”. L’obiettivo estivo si avvicina: il 18 agosto in palio c’è la Supercoppa Italiana. A contenderla ai biancocelesti ci sarà la Juventus di Antonio Conte: 
Pensiamo alla partita contro la Juventus. La vittoria contro la Roma è passata, è stata straordinaria. Contro la Juventus sarà più difficile, hanno comprato nuovi giocatori. Faremo di tutto per vincere”. Il sostegno dei tifosi sarà fondamentale: “E’ importante il supporto dei tifosi. Se contro il Fenerbahce ci fossero stati i tifosi il risultato sarebbe stato diverso, lo diciamo spesso anche con gli altri compagni”.

Nessun commento: