18 lug 2013

Elez, Biglia e Hysaj pronti per la Lazio. Potrebbe saltare l'affare Perea.

Ancora un colpo per blindare definitivamente la difesa in casa Lazio. Non ci sono nomi nuovi, l’obiettivo è stato fissato e dichiarato, Elseid Hysaj, albanese dell’Empoli classe ’94. Piede destro, si disimpegna indifferentemente su entrambe le corsie, Hysaj è dotato di un’ottima corsa nonché un discreto tiro dalla distanza. La Lazio lo cerca, vuole puntellare il reparto difensivo con un tassello che permetterebbe di ovviare alla mancanza di alternative di fronte ad eventuali problemi fisici sia di Konko, sia di Radu. Il presidente toscano Corsi aveva sparato alto per il cartellino del ragazzo, stimato dal diesse Tare: 4 milioni di euro la prima richiesta. La dirigenza biancoceleste, dal canto suo, non è mai andata oltre i 2 milioni. Nel corso della prossima settimana le parti potrebbero riaggiornarsi, l’Empoli ha fatto sapere di aver abbassato le pretese di un milione di euro circa, la trattativa potrebbe andare in porto con un esborso da parte della Lazio di 2.5 milioni di euro, 2.7 al massimo. Le parti non sarebbero poi così distanti. Il cursore di Scutari prenderebbe il posto di Luis Pedro Cavanda, in rotta di collisione ormai da mesi con i vertici del club capitolino. Il terzino belga di origini congolesi proprio ieri ha sostenuto in Paideia le visite mediche, tra oggi e domani è atteso in ritiro, all’ombra delle Tre Cime di Lavaredo. "Dopo sei mesi fuori rosa senza un motivo sono confuso. Venerdì parto per Auronzo, non so nemmeno se mi faranno allenare con la squadra, salgo per vedere cosa succede. Non so se rimarrò”. Queste le prime dichiarazioni dell’esterno basso al termine delle visite d’idoneità, parole sibilline che testimoniano la poca chiarezza circa il futuro di Cavanda. Lotito avrebbe voluto cederlo, il ragazzo ha esternato la volontà di andare via solo di fronte ad offerte giunte dall’estero. Fulham e Sunderland si sono interessate a Luis Pedro, dileguandosi però repentinamente dinanzi alle richieste del patron biancoceleste, che vorrebbe ricavare 5 milioni di euro dall’operazione. Tuttavia appare molto difficile recuperare un rapporto deteriorato, anche se un eventuale rinnovo permetterebbe alla Lazio di risparmiare fondi per un altro fluidificante, fondi che andrebbero a rimpinguare il tesoretto da reinvestire sul reparto avanzato.

ELEZ – La Lazio è ai dettagli per il centrale difensivo diciannovenne, all’Hajduk andranno circa 700 mila euro, stando a quanto riporta l’edizione odierna del Corriere dello Sport. Josip Elez nel week end potrà dirsi a tutti gli effetti un giocatore biancoceleste. Il giovane croato si allenerà in Prima Squadra e potrà anche essere disponibile come fuoriquota per la Primavera laziale di Alberto Bollini. Nei prossimi giorni l’ex Hajduk farà conoscenza di compagni e mister, raggiungendoli ad Auronzo. Stesso discorso per il volante argentino Lucas Biglia. L’ex capitano dell’Anderlecht è a Roma per espletare le ultime pratiche burocratiche, è pronto per una nuova avventura da protagonista.

PEREA – Si complica la faccenda Perea. La Lazio, prima di tesserare il baby colombiano, deve cedere un extracomunitario all’estero. Il primo nome sulla lista di sbarco è quello del nigeriano Sani Emmanuel, accostato nei giorni scorsi all’FK Partizani Tirana. Brayan Perea ed il suo entourage attendono che la situazioni si sblocchi ma secondo alcuni rumours la Lazio potrebbe addirittura rinunciare al tesseramento dell'attaccante ex Deportivo Calì nel caso in cui decidesse di puntare su un’alternativa extracomunitaria a Klose. Tare da parte sua ha più volte affermato di puntare ad occhi chiusi su Perea.

EMEGHARA – Nelle ultime ore era circolato il nome di Innocent Emeghara come puntello per l’attacco biancoceleste. L’accostamento non ha riscosso un grande successo, la Lazio ha in mente altri obiettivi, oltretutto il ragazzo fa parte della scuderia di Vinicio Fioranelli, padre di Jesse, collaboratore di Petkovic. Onde evitare malintesi l’agente non avrebbe mai proposto l’attaccante che tanto bene ha fatto in 5 mesi al Siena, né la Lazio lo avrebbe mai cercato, nonostante Tuttosport nell'edizione odierna sostenga il contrario. Emeghara, oltre al gradimento del Southampton che avevamo riportato, piace ad altri club nel massimo campionato italiano.

fonte: lalaziosiamonoi

Nessun commento: