27 giu 2013

Intervista a Cristian Ledesma.

L'argentino ricorda così il trionfo in Coppa Italia ad un mese di distanza: "Una storia che ti rimane dentro a vita, momenti incredibili. Speriamo di giocare Supercoppa a Roma".
Ricordi indissolubili, una vittoria indimenticabile. Ad un mese di distanza dal trionfo in Coppa Italia contro la Roma, Cristian Ledesma ha riassaporato quei momenti proiettandosi con entusiamo alla nuova stagione che la Lazio affronta con grande entusiasmo e voglia di migliorarsi.

"Dopo un mese sono contento di ricordare quel momento spettacolare, che magari non si ripeterà più - dichiara il centrocampista argentino a 'Lazio Style Radio' - una storia che ti rimane dentro a vita. Quella notte ancora non avevamo realizzato cosa avevamo fatto".

Ledesma guarda con ottimismo all'annata che verrà, partendo dalla finale di Supercoppa contro la Juventus che potrebbe giocarsi all'Olimpico: "Siamo privilegiati ad avere una stagione importante davanti. Ovvio che giocando a Roma c'è il vantaggio di non affrontare un viaggio, ma è in ogni caso una finale e c'è voglia di vincerla".

"L'obiettivo è fare una buona preparazione, sospinti dall'entusiasmo per questa finale vinta, per partire al massimo - aggiunge - . Poi le cose verranno da sole. Abbiamo dimostrato di potercela giocare con tutti".

L'argentino spiega di avere grande fiducia nel calciomercato della Lazio: "Ogni anno è difficile, è il bello di questo campionato. Sarà dura come sempre, ma non più degli altri anni. Stanno arrivando giocatori importanti, questo è una cosa che ci rende felici, consapevoli che la società sta facendo il massimo per accrescere il livello di questa squadra".

Infine, tornando alla stagione appena trascorsa, Ledesma ha anche qualche piccolo rimpianto: "Bisogna avere qualità più che quantità. Noi ce l'abbiamo avuta, senza infortuni avremmo fatto meglio. La cosa più importante è pensare a migliorarci e partire con grande entusiasmo".

 

Nessun commento: