12 mag 2013

Lazio 2 Sampdoria 0. Europa rimandata all'ultima giornata.


 Lazio 2 Sampdoria 0

La Lazio vince ancora. Vince contro la Sampdoria dell'ex Delio Rossi e si porta a meno uno dall'obiettivo Europa. Lazio che dovrà battere il Cagliari nell'ultima partita di stagione e sperare nello sgambetto dell'Inter alla onnipresente Udinese. Gli uomini di Guidolin rischiano di lasciare a bocca asciutta i primi della Capitale per il terzo anno consecutivo. Lo scorso anno non riuscì a Reja la qualificazione in Champion's League. A fine campionato, grazie a una serie di quattro vittorie consecutive, l'Udinese riconquistò con 64 punti la terza posizione, qualificandosi per la seconda volta consecutiva ai play-off di Champions League sempre a discapito della Lazio. Lazio che vuole chiudere con una vittoria e conquistare l'Europa senza passare per il derby di coppa. Difficile ma non impossibile.
La partita: I blucerchiati non sono motivati e lasciano il pallino del gioco in mano ai padroni di casa. Due buone occasioni in avvio per gli uomini di Rossi ma la Lazio tiene bene e passa al 10° con il centravanti calabrese. Sergio Floccari in mischia buca Da Costa e fa 1-0. La partita non è vivace colpa soprattutto del gran caldo. Al 25°  buona Sampdoria: Poli serve Sansone che calcia alto. Al 42° Icardi poi sfiora il pari con un destro che coglie la traversa. 
Il primo tempo si chiude sull'1-0 Lazio.
Nella ripresa dentro Berardi per Poulsen ed Hernanes per Ledesma ma la musica non cambia. Ci prova subito Candreva, ma il suo diagonale esce di poco. Poche emozioni rispetto alla prima frazione. I biancocelesti rallentano e gestiscono la palla senza scoprirsi e così il match si gioca prevalentemente a centrocampo. Onazi recupera palloni a ripetizione. Al 16° brutto scontro tra Marchetti e Radu. Il terzino ha la peggio e abbandona il campo. Dentro Dias. Petkovic passa alla difesa a tre. Il centrocampo è intasato e la Sampdoria ingabbiata.
Poli al 25° esce per infortunio, dentro Obiang. Poco o nulla in campo. Al 47° poi espulso Renan per proteste, dopo un minuto rigore per la Lazio che fa 2-0: Candreva inventa un cucchiaio splendido. Finisce 2 a 0 ma il campionato per la Lazio non è ancora finito. 
Servono tre punti e buone notizie da Milano.

Nessun commento: