10 mar 2013

Il campionato non finisce a Dicembre. Lazio 0 Fiorentina 2.


Lazio 0 Fiorentina 2
Qualcuno dovrebbe spiegare ai giocatori della Lazio che il campionato non termina dopo le vacanze natalizie. La squadra di Petkovic non sa più vincere e soprattutto non riesce più a segnare. Butta via una stagione quasi perfetta, perdendo punti contro le dirette avversarie e non solo. Chievo e Siena sono le ultime in ordine cronologico.
Così dopo il Milan anche la Fiorentina sorpassa la prima squadra di Roma che ora è ingarbugliata in una rete pericolosissima. Fiorentina, Inter, Catania, Roma e Lazio a contendersi l'Europa league. Nella seconda parte di stagione, i biancocelesti hanno visto sfumare il sogno Champions, le ambizioni si sono abbasate di colpo, e ora lottare per la Uefa diventa più difficile. Buttare via l'andata di campionato, perdendo punti pesanti in questo ritorno, è stato un duro colpo per tutti. Tifosi soprattutto. 
Una brutta Lazio quella che incontra la Fiorentina sul suo cammino. Gli uomini di Montella, diciamolo, giocano decisamente un calcio migliore. Tonica la squadra, equilibrata, mai lenta. Di qualità, insomma. E meritatamente sorpassa la Lazio portandosi al quarto posto in classifica. Vola l'aeroplanino Montella che batte ancora la sua avversaria di sempre. Mai sconfitto dai biancocelesti da quando è allenatore. 
Maltempo sull'Olimpico. La pioggia cade a dirotto. Al 19° la prima rete viola: colpo di Jovetic, dal limite dell'area piattone destro molto angolato. Fiorentina in vantaggio. L'azione parte da Ljajic a Borja Valero che fa velo per Jo-Jo. La Lazio ha un atteggiamento arrendevole, gioca male, è svogliata. E' una squadra dai due volti, quello in Europa, dove si presentano imbattuti, e quello in campionato dove sono prevedibili e superficiali. Nella ripresa fuori Ederson, dentro Kozak. Ma è la Fiorentina dopo pochi minuti a trovare il raddoppio: precisamente al 4°. Punizione di Ljajic, Marchetti non ci arriva, sul tiro è fuori posizione. Vlado cambia ancora ma il risultato non si smuove. Hernanes lascia il posto ad Onazi. Bene il giovane nigeriano. La Fiorentina controlla comodamente il match, qualche fiammata dei padroni di casa, che brucia in fretta e senza risultato. Alla mezz'ora si rivede in campo capitan Mauri. Fuori Ledesma. Nei minuti finali la Lazio timidamente cerca il gol della bandiera ma Viviano salva il risultato su una conclusione da un metro di Floccari. 
Serata amara per la prima squadra di Roma, ora al quinto posto in compagnia dei nerazzurri e con il fiato sul collo di Roma e Catania. Intanto giovedì arriva lo Stoccarda. 
Superare il turno di Europa league è il primo obiettivo.

1 commento:

Entius ha detto...

Forse non hanno tutti i torti quelli che sostengono che le fatiche dell'Europa League si ripercuotono sul campionato. Alcuni risultati negativi della Lazio (mi viene in mente il 3-0 di Siena) sono successivi ad impegni europei.