07 mar 2013

E' un'altra Lazio quella d'Europa. Stoccarda 0 Lazio 2.

Stoccarda 0 Lazio 2

Sì, è proprio un'altra Lazio quella che disputa la coppa europea. Agile, mai doma, orgogliosa, forte, grintosa. Petkovic sceglie di mandare a riposo la maggior parte dei titolari ma il risultato è tutt'altro che prevedibile. La Lazio sbanca il Mercedes-Benz.Vince 2-0 e dimostra di essere una squadra di livello europeo. 
Restano in panchina Ledesma, Floccari, Gonzalez, Biava e Dias. Senza contare le pesanti assenze di Konko, Klose, Mauri e Brocchi. Così come ai sedicesimi, la Lazio trova per la seconda volta un’avversaria tedesca in questa competizione. Ma non tradisce il suo cammino fino a qui perfetto. I biancocelesti di Vlado, infatti, non hanno mai perso un match anzi hanno rimediato ben più successi che pareggi (6 contro i quattro x), trascinata dal capocannoniere laziale europeo Kozak (7) e da Floccari (5). Insomma una Lazio dai due volti. In campionato appare stanca e senza ambizione, in Europa è viva più che mai, pronta a combattere pur di raggiungere l'obiettivo prefissato. Più di mille tifosi laziali sono approdati a Stoccarda per supportare i propri beniamini. Anche grazie a loro la Lazio supera il primo scoglio degli ottavi. La partita si apre e mister Petkovic schiera la difesa a 3 (anche se è Cana ad agire sul centro-destra e non Ciani), 4 centrocampisti e 2 uomini a supporto di Kozak unica punta. La Lazio ha maggiori qualità dello Stoccarda e
il primo brivido per la porta di Marchetti è al 16° quando devia sopra la traversa, un colpo di testa pericolosissimo di Okazaki. La Lazio è padrona del campo, sulla fascia sia Lulic che Candreva hanno ampi spazi e Onazi, stasera migliore in campo, è la rivelazione biancoceleste, imprendibile. Dopo venti minuti di gioco la squadra ospite passa in vantaggio. Ederson intercetta dal limite, si gira e tira: missile di sinistro e gol. 0-1. Esplodono i tifosi biancocelesti. La Lazio sembra avere una marcia in più e la difesa tedesca va in confusione. Rudiger soffre sulla pressione alta di Pereirinha, ma è tutto lo Stoccarda ad essere in affanno. Labbadia sbraita dalla panchina ma le azioni, incessanti, sono sempre della prima squadra di Roma. Al 31° Cana va vicino al raddoppio. Grandissimo stacco aereo, pallone a lato di un soffio. Al 40° Candreva crossa sul secondo palo, Ederson di testa la schiaccia troppo. Cambio di fronte: Radu non ferma Macheda, che arriva al tiro e Marchetti salva il risultato. Nel secondo tempo la Lazio si limita a contenere la squadra di casa. Cercando ripartenze veloci e il possibile raddoppio. Secondo gol che arriva al 50° quando Onazi si trasforma in Messi, salta due avversari e spiazza Ulreich. 0-2. Che Lazio!!! Lo Stoccarda è ora costretto a fare la partita ma i biancocelesti sono attenti a non commettere errori. Ciani è un muro in difesa e Onazi è straripante in avanti. La verità è che è una grande squadra quella di stasera. Inizia la girandola dei cambi. Petko manda in campo Ledesma per uno stanco Ederson, poi Gonzalez per Hernanes e Floccari per Kozak. L'andata degli ottavi di finale di Europa league prosegue senza clamorose azioni. La Lazio in contropiede ha il tempo di sbagliare due colpi del K.O. con Candreva e Lulic che mancano il 3-0. Ma va bene così. La Lazio è più vicina ai quarti di finale. L'assenza dei suoi tifosi non sarà facile da mandar giù nel ritorno che si disputerà tra una settimana a Roma. E allora godiamoci questa serata europea. Domani è un altro giorno e la Lazio saprà come prepararlo al meglio.

Nessun commento: