08 gen 2013

Coppa Italia: La Lazio batte il Catania 3-0 e vola in semifinale.

 Lazio 3 Catania 0
Non si ferma più la squadra di Vladimir Petkovic, segna tre gol al Catania e approda in semifinale di Tim Cup. E' scesa in campo, questa sera, una bellissima Lazio. Aggressiva, lucida, compatta, tecnica, splendida da vedere. Mister Petkovic manda in campo Bizzarri tra i pali con Cavanda, Biava, Cana e Radu in difesa, a centrocampo confermati Candreva, Ledesma, Lulic, Gonzalez ed Hernanes. Unica punta Sergio Floccari. Gli assenti Klose, Dias e Marchetti vengono degnamente sostituiti. La squadra di Petkovic non ha titolari e riserve, ma solo giocatori che hanno voglia di dimostrare il loro talento una volta scesi in campo. 
Così i biancocelesti spazzano via i rossoblu di Maran, giocando un calcio di livello superiore. Il Catania non è spumeggiante come al solito, ci ha abituati a ottime prestazioni, certo è che il gioco che produce in casa davanti al suo pubblico, non sempre lo ripropone in trasferta.
Catania poco vivo e Lazio in super forma. E' questione di mentalità, e i biancocelesti stanno acquisendo quella da grande squadra. Soffrire e vincere, come contro il Cagliari oppure stupire e chiudere i giochi nella prima fase della partita, come questa sera. 
La partita: al 2° è subito Lazio: affondo di Cavanda, cross perfetto per Hernanes che arriva goffo alla deviazione di testa. Interviene in due tempi Frison. Grande occasione. Tre minuti dopo sono i siciliani a rendersi pericolosi con un tiro all'incrocio dei pali di Izco. Botta e risposta. Candreva fa partire un bolide che Frison devia in angolo. E' una partita vivace. Ci prova ancora la Lazio sempre con Antonio Candreva: progressione in area e tackle pulito di Rolin che lo ferma sul più bello. I biancocelesti viaggiano su ritmi più alti dei rossoblu. Dopo un quarto d'ora il centrocampo è ormai dominio dei padroni di casa, l'unica vera occasione per gli avversari è quel tiro di Izco nei minuti iniziali. Al 29° arriva il meritato vantaggio: Radu vola più in alto di tutti e, su calcio d'angolo di Candreva, segna di testa. Boato dei 15mila presenti all'Olimpico. 1-0. La Lazio mette il turbo, è innarrestabile sulle fasce con Lulic e Candreva, supportati da Gonzalez, Hernanes e Ledesma in regia. Floccari non fa rimpiagere Klose. Al 39° gran tiro del centravanti calabrese, respinge lungo Frison. 
Termina il primo tempo con la Lazio in vantaggio. La Lazio festeggerà domani 113 anni e la curva Nord lo ricorda con uno striscione:  "113 anni...Auguri Prima Squadra della Capitale". Si ricomincia e la Lazio attacca subito l'instabile difesa del Catania, Maran si sbraccia dalla panchina e i suoi reagiscono. Bizzarri al 5° devia con le dita sopra la traversa un sinistro di Bergessio. Pericoloso il Catania ma è la Lazio a raddoppiare. I biancocelesti hanno il pallino del gioco e ne approfittano subito: al 16' Floccari vince un duello in velocità sulla sinistra, mette al centro un pallone basso per Hernanes che di piatto batte Frison: 2-0.
Che bella Lazio, bella davvero. Iniziano i cambi: fuori Candreva dentro Konko. La Lazio abbassa il baricentro. Cambia anche Maran, Castro al posto di Barrientos. Con Lodi quasi inesistente, è Rolin a fare il regista, tenta più volte di far girare la palla, ma la Lazio non concede un centimetro. Girandola di cambi: Brocchi al posto di Cavanda e Ciani per Radu. Quando la stanchezza dovrebbe farla da padrone, la Lazio non ne ha abbastanza ed Hernanes su assist perfetto di Floccari, salta il portiere e infila in rete. 3-0. 
Lazio in semifinale. Tre minuti di recupero e poi game over. Domani sapremo chi tra Milan e Juventus affronterà la squadra di Petkovic nel prossimo turno di coppa.

Nessun commento: