22 gen 2013

Coppa Italia: Juventus 1 Lazio 1. Imbattuti.

Juventus 1 Lazio 1
La Lazio esce ancora una volta imbattuta dallo Juventus Stadium, al termine di una sfida dove gli uomini di Petkovic hanno dimostrato grande carattere, grinta, cuore e voglia di essere protagonisti anche in Coppa Italia. Questa è la squadra che amiamo vedere in campo, 11 leoni dal primo all'ultimo minuto di gioco.
Clima da big match a Torino. L'andata di semifinale si trasforma in una sfida nella sfida. I ragazzi di Petkovic hanno voglia di dimostrare quanto quel secondo posto in campionato sia reale, concreto, vero. Hanno voglia di giocare 90 minuti senza respiro. D'altronde partecipare attivamente in tre competizioni non è da tutti. 
Dall'altra parte c'è una Juve in salute, fresca del 4 a 0 rifilato sabato all'Udinese in campionato.
La partita: come dicevamo clima rovente, una vera e propria bolgia in cui non è mai facile giocare. Il pubblico è ad un passo dal campo e la tensione si taglia con il coltello. 
La Juve si presenta con Storari tra i pali. Barzagli, Bonucci e Marrone in difesa. A centrocampo Giaccherini, Vidal, Pogba, Isla, Peluso e Giaccherini. Matri punta supportato da un inedito Marchisio. Petkovic risponde con Marchetti, Cana, Biava e Ciani nell'area piccola. Ledesma in regia, a spingere Cavanda e Lulic con Hernanes, Gonzalez, Mauri e Floccari. Parte subito fortissima la Juventus che dopo soli 44 secondi di gioco è già nell'area biancoceleste: Matri arriva in area con il pallone, qualche rimpallo e Marchisio si ritrova la sfera a portata. Marchetti blocca tutto. Super anche stasera. I padroni di casa pressano in maniera intensa, e tentano lanci lunghi per Matri. Solo al 21° c'è la prima vera occasione per la Lazio: Hernanes s'invola verso l'area di rigore ma Storari respinge, Floccari a un passo non trova il tap-in vincente. Poi la Juve di nuovo avanti con Pogba, ma l'azione del francese, protagonista assoluto tre giorni fa, sfuma in un niente di fatto. Al 32° ancora Lazio: Cavanda si mette in luce con un dribbling eccellente, serve in area Floccari che spizza in porta. Debole. Al 34° palla gol per Mauri: si trova ad un metro dalla porta, per un intervento sbagliato di Storari su un cross dalla sinistra. Barzagli di potenza interviene e gli toglie la palla. Angolo che non preoccupa l'estremo difensore bianconero. 
Il tifo è incessante, la Lazio tiene bene, è solida e ordinata, la Juventus spinge più che può.  Pesano le assenze di Chiellini, Giovinco e Vucinic da una parte e di Klose, Konko e Dias dall'altra. 
Nella ripresa la squadra romana aumenta il pressing, alza il baricentro e cerca di sorprendere la Juventus con le ripartenze.  Al 48' retropassaggio di Marrone per Storari, rischioso, ma il portiere si arrangia in qualche modo e fa ripartire l'azione. Conte si sbraccia dalla panchina, Petko fulmina con lo sguardo gli errori dei suoi. Il gioco è intasato a centrocampo. Fisico e muscoli. Entrambe le squadre non mollano un centimetro, la Coppa è un trofeo che viene preso seriamente, ora, a differenza di quello che succedeva anni prima.
Nel momento migliore della Lazio, la Juventus trova il gol del vantaggio: Peluso vola più in alto di Cana e la spizza in rete con un bel colpo di testa. 1-0. La Lazio è sotto. Il mister pensa subito ai cambi. Nuovo modulo e dentro Candreva e Brocchi.  Le squadre sono visibilmente stanche ma nessuno molla la presa, la Lazio, con carattere, insiste con azioni ragionate per trovare il varco giusto ma è Vidal a divorarsi il raddoppio: prima scappa tutto solo a tu per tu con Marchetti, la piazza, ma colpisce il palo. Poi ci prova con un gran colpo di testa che il portiere biancoceleste tocca quel tanto che basta per non trovarsi a meno 2. Un centinaio di tifosi sugli spalti del settore ospiti fanno partire un coro che ha il sapore di carica. La Lazio gioca bene, passaggi e uno due per lanciare Floccari in area. La Lazio è via. 
All'85° ci pensa il capitano, Stefano Mauri, in mischia, sugli sviluppi di un angolo di Candreva da sinistra. 1-1. E' un pareggio meritato. La Lazio non muore mai. Tra una settimana il ritorno. 

2 commenti:

marco99 ha detto...

un risultato d'oro in trasferta nell'ottica delle due partite.
un saluto

yashal ha detto...

Si speriamo bene per noi, sarebbe una bella sfida se incontrassimo la Roma in finale.