24 gen 2013

Buon compleanno Long John!!!


Giorgio Chinaglia (Carrara, 24 gennaio 1947 – Napoli, 1º aprile 2012) è stato un dirigente sportivo e calciatore italiano, di ruolo attaccante.
Soprannominato Long John, ha vinto lo scudetto del 1973-1974 con la Lazio, il primo del club romano. Nel 1976 si trasferisce nel campionato americano per giocare nei New York Cosmos.
È il calciatore italiano più prolifico della storia con i suoi 398 gol realizzati.
La sua carriera da calciatore ebbe quindi inizio in Galles, ma il giovane emigrante decise di non giocare con il club della sua città, ovvero il Cardiff City, perché si risentì del fatto che gli fosse stata offerta l'occasione solo per un provino; giocò quindi con la squadra rivale dello Swansea City, con la quale disputò le stagioni 1964-1965 e 1965-1966.
Il periodo a Swansea fu segnato dalle intemperanze del giovane Chinaglia, per le quali sarà famoso anche in seguito, e dalla delusione di non giocare con continuità in prima squadra, tanto che alla fine il padre decise per il rientro in Italia, per permettere a Chinaglia di compiere il servizio militare, e per favorire la carriera del promettente attaccante.
Arriva così il primo trasferimento in Italia tra le fila della Massese, in Serie C, e successivamente all'Internapoli, sempre in C, per passare poi alla Lazio (neopromossa in Serie A) nell'annata 1969-1970. Segnò 12 gol nel primo anno e 9 nel secondo, in coincidenza con la retrocessione in Serie B.
Nella stagione 1971-1972 vince la classifica cannonieri della serie cadetta e contribuisce in maniera determinante con i suoi 21 gol al ritorno in massima serie dei capitolini, guidati dal tecnico Tommaso Maestrelli.
Nella stagione 1972-1973 la neopromossa Lazio sfiora clamorosamente la conquista dello scudetto, perso all'ultima giornata di campionato complice la sconfitta con il Napoli e la contemporanea vittoria della Juventus sui cugini giallorossi della Roma.
L'anno seguente, grazie alle sue 24 reti, Chinaglia conquista, oltre al primato nella classifica cannonieri, il Tricolore con la Lazio realizzando alla penultima giornata (il 12 maggio del 1974) il calcio di rigore decisivo nell'incontro disputato allo Stadio Olimpico vinto col Foggia per 1-0.
Chiude l'esperienza alla Lazio (dove ha totalizzato complessivamente 175 presenze e 77 reti in Serie A e 34 presenze e 21 reti in Serie B) con un campionato chiuso al quarto posto, 14 reti realizzate e per alcune gare la fascia di capitano. A poche giornate dalla fine del torneo 1975-1976 decide di volare negli Stati Uniti per giocare con la maglia dei New York Cosmos al fianco di campioni assoluti come Pelè e Franz Beckenbauer.

fonte wikipedia

Nessun commento: