17 nov 2012

Un punto d'oro. Juventus vs Lazio 0-0

Juventus 0 Lazio 0

Conquistare un punto d'oro nella bolgia dello Juventus Stadium non capita tutti i giorni e soprattutto non è da tutti. Penso al match dei bianconeri contro la Roma, per esempio. La Lazio esce imbattuta e guadagna un punto fondamentale per il morale e per la classifica. I biancocelesti,reduci dalla bella vittoria nel derby, erano convinti di potersela giocare e così è stato. Un Marchetti versione super-man e una difesa a saracinesca hanno sbarrato la strada alla capolista. I bianconeri attaccano a spron battuto mettendo in difficoltà gli undici biancocelesti, ma Petkovic aveva preparato così la partita, a trazione interiore proprio per fermare gli assalti della signora. Una signora che attacca, crea molte azioni ma non supera il muro laziale. Un fortino impenetrabile. Una Lazio attenta e concentrata, con Klose in difficoltà, bloccato dal trio Barzagli, Chiellini e Bonucci, la squadra è trascinata da Hernanes che solo non è in grado di far partire il contropiede. I campioni d'Italia fanno molta fatica a superare il centrocampo degli avversari e quando lo fanno, trovano un muro difensivo. Primo brivido dopo 3': brutto retropassaggio di Biava a Marchetti, il portiere biancoceleste si inventa un dribbling su Giovinco e spazza lontano. Dopo un quarto d'ora la Lazio attende nella propria metà campo, la Juve fa molto possesso palla ma non preoccupa. E' al 20° che Federico Marchetti inizia il suo personalissimo show: Marchisio serve Giovinco che si inventa una mezza rovesciata destinata all'angolino basso ma il portiere si supera. Sulla ribattuta l'accorrente Quagliarella spara sull'esterno della rete. E' una vera guerra di centrocampo dove l'assenza di Pirlo da una parte e Mauri dall'altra si fa decisamente sentire. Lo stadio della Juventus aiuta notevolmente il morale della squadra ma l'11 di Petkovic non sfigura mai, anche se in difficoltà. Nella ripresa non cambiano le cose: la Juventus si lancia in avanti e le tenta tutte ma la Lazio è attenta come non mai, lucida e ben preparata agli attacchi degli avversari. Lotta la Lazio, non molla, la stanchezza si fa sentire sulle gambe, ricordiamo che la Lazio era reduce da un durissimo derby mentre la Juventus passeggiava a Pescara.
Le due squadre iniziano a provarci da fuori. Prima Candreva e il neo entrato Ederson sparano alto, poi ci prova Vidal e sulla deviazione di Quagliarella Marchetti in controtempo compie un altro miracolo alla Benji Price. Ancora Marchetti non regala la gioia del gol a Marchisio. Insomma la Lazio è in affanno ma non molla la presa, vuole portare a casa almeno un punto. Nel frattempo lo Juventus Stadium fischia la sostituzione di Quagliarella per Matri. E la partita ricomincia. La Lazio alza la testa e prova un pò di giocate ma è tutto inutile, nemmeno Kozak per uno stanco Klose, risolve il problema. C'è tempo solo per una traversa di Bonucci che toglie il fiato ai tanti tifosi biancocelesti arrivati a Torino. La partita finisce a reti inviolate e gli applausi sono tutti per l'impresa della prima squadra di Roma.
Con questo risultato la Juventus sale a quota 32 in classifica, la Lazio a 23.

2 commenti:

Entius ha detto...

La Juventus ha giocato una buona partita ma ha trovato sulla strada una buona Lazio e un Marchetti in versione Superman (la parata su Quagliarella è stata strepitosa).
Ai punti i bianconeri avrebbero meritato la vittoria ma il verdetto del campo è stato tutt'altro.
Complimenti alla Lazio, uscire dallo Juventus Stadium imbattuti non è cosa semplice (per delucidazioni chiedere a Roma o Napoli).

yashal ha detto...

;)