08 nov 2012

Biancocelesti scatenati e imbattuti in Europa. Lazio 3 Panathinaikos 0

Lazio 3 Panathinaikos 0

Una bellissima prestazione delle seconde linee biancocelesti, regala tre reti e tre punti fondamentali per confermare il primato nel girone J. Una vittoria per il morale, per la classifica e per dimostrare a tutti che anche le cosiddette riserve sono importanti in una rosa. Floccari, Kozak e Zarate e la squadra funziona a meraviglia. Bene Marchetti, rientrato dall'infortunio così come Radu, in forma e ben amalgamato con il gruppo. Biancocelesti aggressivi e concentrati. Al 21° mezzo pallonetto di Kozak dal limite, il portiere non ci arriva, Lazio in vantaggio: 1-0. La squadra di Petkovic è sempre più sola in vetta alla classifica.
Poco dopo, Kozak si ferisce alla fronte in un contrasto aereo a centrocampo: brutta ferita, viene bendato e prova a restare in gioco. Ammonito Seitaridis. Applausi per l'attaccante, che rientra in campo. C'è solo una squadra in mezzo al campo, i greci si concentrano soprattutto nei contrasti, duri e molto spesso pericolosi. La Lazio al 41° affonda il colpo. Ancora Libor, incontenibile questa sera: di piattone mette a segno la sua personale doppietta. Nasce tutto da un disimpegno errato del Panathinaikos, un pallone orizzontale dalla sinistra diventa un assist per Kozak che anticipa Vyntra e insacca alle spalle dell'incolpevole portiere. Festa all'Olimpico e cori di riscaldamento pre-derby, alimentati da una tifoseria, la greca, gemellata con i rivali giallorossi. Finisce così il primo tempo del match. Nella ripresa la storia non cambia, Lazio avanti tutta e Panathinaikos visibilmente in difficoltà, in tutti i reparti. Marchetti si scalda sul posto, indice di assoluta tranquillità nelle retrovie. 
Al quarto d'ora è Floccari di testa a punire i verdi di Atene: Zarate si incarica del calcio di punizione, cross morbido verso il centro dell'area dove l'attaccante calabrese si fa trovare pronto, trova il tempo giusto e batte Karnezis. E' il K.O., è il 3-0. Petkovic inizia la girandola di cambi, prima esce Kozak, un vero guerriero, tra gli applausi del pubblico, al suo posto Hernanes, poi Klose e Lulic per Gonzalez e Ledesma. Standing ovation per gli uomini di Petko. Non succede più nulla. La Lazio controlla la partita fino al fischio finale. I padroni di casa ora sono primi in classifica a quota 8 punti, seguiti dal Tottenham 6, Maribor 4 e Panathinaikos 2.
Ottima vittoria per il morale biancoceleste, messo a dura prova dalle ultime discutibili prestazioni.
La Lazio torna a vincere e lo fa nel modo migliore, davanti al suo popolo con un netto 3-0. 
Adesso fate tutti un ampio respiro e concentratevi sul match più importante dell'anno: il derby della Capitale.

1 commento:

Vincenzo ha detto...

Grande vittoria, bravi!