06 giu 2012

Vlado Petkovic e la sua Lazio

«Non mi interessa cosa si dice sul mio staff e su di me. È importare combattere i pregiudizi. Per me è molto importante essere arrivato qui dove posso fare un salto di qualità nella mia carriera che mi permette di dimostrare quanto ho fatto finora.Sono onorato di lavorare in una famiglia come la Lazio con una tradizione di 112 anni». Sono le prime parole da neo allenatore della Lazio di Vladimir Petkovic alla conferenza di Formello.

Lazio d'assalto. «Il mio entusiasmo arriva dal cuore. In questa società si può fare molto bene. Si può, con correzioni mirate, migliorare la situazione e puntare sempre più in alto. È questo che pretendo dai giocatori e da me stesso. Quando raggiungo il 100%, il giorno dopo pretendo il 110%». Il 49enne allenatore originiario di Sarajevo ha illustrato poi la sua idea di gioco. «La mia squadra cercherà sempre di dominare l'avversario. È importante non scegliere un modulo a priori. Dipende dai giocatori e occorre sfruttare le loro caratteristiche. Più del sistema del gioco sono importanti i principi di gioco. Come squadra possiamo dare soddisfazioni». Sulle vicende legate al calcioscommesse, invece, ammette: «non è piacevole sentire queste cose, il tempo ci darà risposte».

Il derby con la Roma. «Amo vincere. Sarà un derby spettacolare senza troppi tatticismi e si farà di tutto per convincere e vincere. Il derby vale tanto perchè sento tanto calore e tutti parlano di questo, ma si comincia a pensare al derby solo dopo l'ultima partita pre derby». Il neo tecnico della Lazio Vladimir Petkovic si cala subito nell'ambiente romano e spiega così l'importanza della partita più sentita dalla Capitale. «Non faccio tante promesse ai tifosi. Una cosa importante è che io e la mia squadra lavoreremo sodo e cercheremo in ogni partita di essere meglio del nostro avversario».

fonte ilmessaggero

2 commenti:

Andrea ha detto...

www.pianetasamp.blogspot.com

Ho appena visto la sua conferenza stampa e devo dire che mi ha fatto una buona impressione, non mi aspettavo che parlasse già un buon italiano...
Però le parole le porta via il vento, bisognerà aspettare la prova del campo per giudicarlo...ciao!

yashal ha detto...

Aspettiamo. E nell'attesa di capire quanto vale, vorrei vedere 3 o 4 acquisti di peso. Ci spero ancora.