19 mag 2012

La Lazio del dopo Reja

La società biancoceleste con una lettera del presidente Lotito, attraverso il sito web ufficiale della Società, congeda il tecnico Edoardo Reja: Avrà sempre una porta aperta qui a Formello, ha dichiarato Lotito. Reja, che ha sempre affermato di voler continuare ad allenare dovrà ora scegliere il suo futuro; forse Firenze sarà la nuova meta. La Lazio ringrazia, saluta e guarda avanti. Edoardo Reja ha avuto un ruolo fondamentale negli ultimi due anni laziali ma il difficile rapporto con Lotito ha oggi siglato il divorzio ufficiale, voluto soprattutto dal Goriziano. La società  si sta muovendo in diverse direzioni per ottenere il meglio che il badget può concedergli: da Di Matteo a Zola fino a Gasperini. Chi sarà il nuovo tecnico è ancora tutto da stabilire. La Lazio vorrebbe fortemente l'ex biancoceleste Di Matteo ma dal Chelsea alla Fiorentina, sono tante le contendenti al trono. Di Matteo, una porta, l’ha aperta alla Lazio: «Ora penso alla finale di Champions. Certo, mi sento italiano e sarebbe bello tornare in Italia. Sono aperto a varie soluzioni...». Di Matteo ha parlato alla vigilia della finalissima di Monaco di Baviera, lo ha fatto nella conferenza stampa di rito svolta nella pancia dell’Allianz Arena. Ha aperto alla possibilità di tornare in Italia come allenatore. La domanda era chiara, riguardava l’interesse della Lazio nei suoi confronti; Roberto ha risposto mandando messaggi importanti. È vero, la Premier League da anni è diventata la sua nuova casa, ma da quanto ha fatto capire l’Italia non è una seconda scelta. «Non ho ancora parlato con Abramovich», ha spiegato successivamente, lo farà nei prossimi giorni. Il magnate russo però ha deciso, non lo confermerà.

Nessun commento: