26 mag 2012

CalcioMercato Lazio: c'è chi sale, c'è chi scende.

Mercato allenatore: Non si ferma più il toto allenatore in casa biancoceleste: ogni giorno spunta un nuovo nome, un nuovo modo d'intendere il calcio. Scendono definitivamente le quotazioni di Di Matteo e Mazzarri, a mio avviso, i due più interessanti che la Lazio avrebbe potuto acquistare, sale Dunga, stazionario Zola. Ma con Tare e Lotito non si può mai stare tranquilli, promettono sogni e arrivano incubi. Tra tutti i mister nominati in queste settimane il più gettonato resta il signor nessuno che prima o poi siederà in panchina, sostituendo tutti i grandi nomi pronunciati. Anche Giuseppe Sannino che ancora non è stato annunciato da Zamparini, viene accostato alla squadra romana. Claudio Lotito e il ds Igli Tare stanno per sciogliere le riserve tanto che la prossima settimana potrebbe essere decisiva per sapere chi allenerà nella prossima stagione la Lazio. A questo punto si spera nell’ex ct del Brasile che convince per carisma e grinta ma anche per il modo con cui dialoga con i giocatori. Quando era sulla panchina della Seleçao ha avuto a che fare con diversi campioni, alcuni di questi con caratteri difficili e particolari, vedi Ronaldinho o Robinho, tanto per fare due nomi. Ma alle sue spalle resta Zola. Tutto ancora è da stabilire. 
Mercato giocatori: Dopo la vicenda Honda, nessuno ha il coraggio di scrivere con certezza "è fatta" sui giocatori in procinto di arrivare; ma Breno e Ederson sono davvero vicinissimi alla squadra biancoceleste. Il rafforzamento partirebbe, infatti, dal giocatore brasiliano Ederson. Il giocatore è in scadenza il 30 giugno e la Lazio lo prenderebbe a parametro zero dall’Olimpique Lione. Anche Breno, difensore del Bayern Monaco, sembrerebbe vicino alla firma: Igli Tare ha però subito abbassato i toni affermando che si tratta solo di un interessamento e che non c’è nulla di ufficiale. Ultimo nome dalla Turchia è quello di Yilmaz: uno dei manager del giocatore fa sapere che ci sono problemi con la Lazio, mentre un altro dei suoi procuratori sostiene che la trattativa è sempre in piedi. La Lazio ha offerto 1,3 milioni di euro, ma in Turchia il giocatore guadagna il doppio. Staremo a vedere.

1 commento:

Andrea ha detto...

www.pianetasamp.blogspot.com

Dunga?
Ma perchè puntare su un allenatore straniero, che tra l'altro da mister/c.t. non ha mai combinato granchè e non uno su uno italiano?
Di bravi in giro ce ne sono non pochi e comunque certamente migliori di Dunga...ciao!