06 mag 2012

Atalanta 0 Lazio 2 ma non siamo padroni del nostro destino.

Atalanta 0 Lazio 2

Rammarico. Questa è la prima cosa che mi viene in mente. Rammarico nel vedere una squadra dalle ottime qualità perdere l'Europa. Ci crediamo ancora? Non so. L'Udinese giocherà a Catania e noi affronteremo l'Inter che non potrà certo essere generosa. Rammarico perchè con Senad Lulic dal primo minuto e Klose nel secondo la squadra è tornata a fare quel calcio di qualche mese fa, di qualità e tecnica, quando 11 titolari si trasformavano in 11 leoni per vincere e conquistare punti. Abbiamo giocato un bel campionato e vincere oggi a Bergamo contro una squadra libera da ogni pensiero ne è la dimostrazione. Abbiamo perso partite fondamentali ma gli infortuni sono pesati non poco. Rammarico sì, e adesso pensiamo a far crescere questa squadra, pensiamo a comprare quattro o cinque giocatori validi, abbiamo bisogno di una panchina di peso. Non rischiamo di buttare via stagioni come questa per la sfortuna ed un mercato discutibile. Il match: Inizia con una bellissima coreografia degli atalantini per salutare l'ultima casalinga dei loro beniamini. Eroi; se si pensa ai punti di svantaggio con cui hanno cominciato questo campionato. Parte bene la squadra di Colantuono, serena e grintosa, quasi a non voler rovinare la festa dedicatagli dai tifosi. Spinge e i biancocelesti accusano lo sprint. Ma teniamo bene, e Lulic posizionato sulla sua fascia rende tutto più facile, corre, dribbla e combatte; così come piace a noi. Si difende bene la Lazio e prova ripartenze veloci con l'ottimo Candreva (i fischi trasformati in applausi sembrano averlo rigenerato), in avanti Kozak resta un pò isolato ma è merito anche di una difesa attenta e ben schierata dei neroazzurri. Al minuto 17 c'è un  fallo di Diakité su Denis: l'Atalanta reclama calcio di rigore. Proteste di Stendardo e i suoi, fischi del pubblico ma Rocchi non si lascia influenzare. Al 24° cross di Kozak e gran destro di Gonzalez dalla distanza: traversa piena. Perfetta la coordinazione dell'uruguagio, peccato! La conclusione di Gonzalez sembra dare morale alla Lazio che inizia a giocare come meglio sa: Punizione di Candreva, Kozak cicca la palla da ottima posizione e poi conclude debolmente Mauri: Frezzolini è attento. Pochi minuti dopo è ancora la squadra di Reja a cercare la rete del vantaggio ma l'azione si spegne. Quanto corre Konko (migliore in campo per Sky) è sempre su ogni azione, difende e si fa trovare pronto nei calci piazzati. E' stato uno degli acquisti migliori della gestione Lotito. L'Atalanta dopo un primo quarto d'ora meraviglioso, si fa schiacciare dalla voglia biancoceleste di passare in vantaggio, di non morire prima del tempo. E allora al 34° cross di Mauri dalla sinistra, rinvia male Stendardo, palla sui piedi di Kozak che si gira e conclude. Deviazione di Manfredini e rete. Lazio avanti. Fine primo tempo. Nella ripresa si scalda Miro Klose e i laziali di tutto il mondo hanno occhi solo che per lui. Ma in campo è Candreva a stupire tutti: Affondo e cross ribattuto in angolo. Al 10° si rivedono i padroni di casa:  Cross di Bonaventura, in area colpo di tacco di Denis a cercare Moralez che però è in ritardo. Bizzarri controlla. La Lazio abbassa il ritmo della partita e prova a gestire il risultato. Soprattutto quando gli avversari restano in inferiorità numerica per l'espulsione di Stendaro, colpevole di aver applaudito ironicamente l'arbitro Rocchi. Al ventesimo è il momento del beniamino biancoceleste: Applausi per Kozak e gioia nel rivedere in campo il panzer. La Lazio cambia volto: Lulic e Klose tornano a dare alla squadra quella qualità che purtroppo è mancata nelle ultime 8 gare. Gare che avrebbero condotto la Lazio a giocarsi qualcosa di più di una Europa league, eppure i ragazzi hanno mantenuto il terzo posto nonostante le avversità. Lodevole. L'Atalanta sembra non averne più e la Lazio gestisce senza problemi. Nel finale un grandissimo tiro di Cana porta il risultato sul raddoppio. 0-2. Sorrisi e lacrime perchè la Lazio non è più padrona del proprio destino.

2 commenti:

Vincenzo ha detto...

La prossima saremo avversari.

Sarà una grande gara!

Ciao!

Andrea ha detto...

www.pianetasamp.blogspot.com

Dici bene grandi rimpianti per questa Lazio, senza la valanga d'infortuni che vi ha decimato il terzo posto sarebbe stato quasi certamente vostro...
Ora sotto con l'Inter, sperando in buone notizie da Catania...ciao!