25 apr 2012

Un fuori programma: Novara 2 Lazio 1

Novara 2 Lazio 1
Se volevamo complicarci la vita, beh! direi che ci siamo riusciti. La Lazio prende due schiaffi a Novara e mette a repentaglio la qualificazione in Europa. 
Orfani ancora di Klose, Lulic, Radu e con Konko in panchina, Edy opta per un classico 4-4-2 con Kozak e Rocchi in avanti supportati da Candreva e Mauri esterni. 
Inizia bene la squadra ospite lanci lunghi a cercare la testa di Libor e veloci ripartenze sfruttando l'ottimo momento di Candreva, l'unico dei suoi compagni che sembra aver smaltito la beffa del pari contro il Lecce. Proprio lui nei primi minuti prova l'affondo ma l'estremo difensore è attento. La Lazio insiste e non concede un solo metro di gioco, il Novara si chiude così la rete del vantaggio non arriva. Nonostante i biancocelesti dominino l'intero primo tempo manca di lucidità nelle veloci ripartenze della squadra di casa, così al 31° il pallone danza nell'area laziale, Caracciolo se lo trova sul mancino e decide di crossare: assist che non viene raccolto dai compagni. 
Pochi minuti dopo la squadra di Tesser passa in vantaggio: Al 34° Mazzarani va via sulla destra e mette in mezzo, Diakitè cerca di liberare ma di tacco beffa Marchetti. Autorete: 1-0 e palla al centro. 
La Lazio c'è, è viva, non ci sta a perdere e lo dimostra un minuto più tardi quando Candreva vola più in alto di tutti e insacca la palla in rete: 1-1 e tutti  negli spogliatoi. E' un gol fondamentale, soprattutto per il morale della squadra. E' un gol, che alla fine, di fatto, non servirà a niente.
Nel secondo tempo il copione non cambia, la Lazio fa la partita e il Novara resta chiuso nella propria area di difesa. I biancocelesti vogliono i tre punti e giocano il loro calcio senza risparmiarsi. Le tenta tutte mister Reja, fuori uno spento Rocchi per Alfaro, il giovane uruguaiano si propone con più decisione in avanti e la difesa del Novara ne risente. 
Al  21° Kozak segna, ma l'arbitro annulla per fuorigioco. Il guardalinee segnala l'offside con due minuti di ritardo. Al 22° il Novara si getta in avanti, Rigoni entra in area da sinistra e calcia sul primo palo: bella la risposta dell'estremo laziale. Un minuto dopo bello spunto di Alfaro sulla sinistra, che va via a Morganella e crossa dal fondo: mancino svirgolato da Mauri, solo all'altezza del dischetto. 
Alla mezz'ora ci prova ancora Alfaro: colpo di testa ma Fontana arriva alla deviazione in angolo. Altro cambio: fuori Cana dentro Matuzalem. Dalla rete annullata che avrebbe sicuramente cambiato il destino del match, arriva la rete del vantaggio dei padroni di casa: Punizione perfetta di Mascara, palo e gol. Lazio ora è in affanno. Giallo per Candreva, che salterà la prossima partita a Udine. La Lazio cerca in tutti i modi il gol del pareggio ma senza trovarlo. Termina 2-1, la sensazione è che la squadra romana abbia sprecato due chiare occasioni per mettere un sigillo sul terzo posto, ora fortemente a rischio.Complimenti comunque a Novara, nonostante fosse con un piede in serie B ha giocato una partita corretta, non regalando nulla agli avversari. Uno spot bello per il calcio italiano, dopo gli ultimi vergognosi fatti di Genova.

2 commenti:

Vincenzo ha detto...

Sbaglio o state crollando? Occhio che noi e Napoli vi stiamo col fiato sul collo.

:D

Andrea ha detto...

www.pianetasamp.blogspot.com

Brutto k.o., tra Lecce e Novara una squadra che ambisce al terzo posto non può raccogliere solo un punticino, ci vuole uno grande sforzo finale altrimenti quella che sarebbe stata un'ottima stagione rischia di diventare quella dei rimpianti come quella passata...ciao!