13 feb 2012

Falcao: "Hernanes è il mio erede"

“Il giocatore che può fare adesso ciò che in campo facevo io? Hernanes”. Se questo paragone, e l’elogio al giocatore della Lazio, viene fatto direttamente da Paulo Roberto Falcao, il ‘Divino’ della Roma, fa un certo effetto, ma è quanto lo stesso Falcao ha detto nel corso del programma ‘Esporte Espetacular’ di Rete Globo. Il maggiore network brasiliano ha voluto celebrare gli 80 anni della stracittadina di Salvador Bahia, tra il Bahia ed il Vitoria che si gioca oggi visto che lo sciopero delle forze dell’ordine è finito, riunendo davanti alle telecamere gli allenatori delle due squadre, Falcao e Toninho Cerezo, compagni di squadra nella Roma e nella Seleçao, ma soprattutto amici. Le cose del calcio ora li portano a sfidarsi, intanto si sono concessi a varie domande. Inevitabile è scattata quella sui possibili eredi calcistici e, mentre Cerezo ha indicato Paulo Henrique Ganso, Falcao ha risposto senza esitazioni facendo il nome del numero 8 della Lazio. “Hernanes è un giocatore che si adatta bene al mio profilo”, ha spiegato l’ex numero 5 della Roma, considerato ancora uno dei re della Città Eterna. Sulla sua esperienza alla Roma con Cerezo, Falcao ha detto che ”io già giocavo lì, e feci il nome di Cerezo. Vicino a me volevo giocatori forti”. Toninho ha detto invece che“Paulo aveva ottimi compagni, ma nessuno di loro marcava. Lo feci io e avevo anche un ottimo ultimo passaggio. Mi adattai perfettamente. Segnai il gol delle conquista della Coppa Italia contro la Sampdoria, poi il mio contratto andò in scadenza ed andai proprio alla Samp”. Tutti e due hanno parlato di Adriano: “bisogna che qualcuno vada dal giocatore e gli chieda ‘vuoi ancora essere un calciatore o no?’”, ha detto Toninho Cerezo. Secondo Falcao, “bisogna dargli una chance, ma la possibilità e la pazienza camminano insieme. Uno gli concede due-tre opportunità, ma alla quarta volta basta”.
fonte corriere dello sport

Nessun commento: