25 feb 2012

16/10/2011: Edoardo uomo derby!

 
Sul campo l’ha meritata: 92 panchine in totale, 46 vittorie e 18 pareggi (1,70 punti a partita). Ma nonostante questi numeri Edoardo Reja non è più l'allenatore della Lazio. La diatriba con la società è giunta al termine.  Aveva dato le dimissioni già tempo fa, ma in quella occasione furono respinte. Anche oggi sembrava che la questione si potesse risolvere e invece se in un primo momento la società  non aveva accettato le sue dimissioni, successivamente quando forse Edy Reja si era già pentito, e si aspettava una stretta di mano con il presidente, Lotito incontrava De Canio per raggiungere l'accordo fino a fine stagione. Insomma scaricato l'uomo che ha reso una piccola e mediocre squadra, un carro armato da combattimento. De Canio è arrivato a Roma. Reja lascia quindi in piena emergenza la squadra biancoceleste, la paura è che i ragazzi, affezionati al tecnico, possano accusare il colpo e precipitare in un vortice infinito. Sarà in grado De Canio di non peggiorare le cose? buona fortuna a lui. Se sarà effettivamente lui il nuovo mister, manca l'ufficialità. Sulla vicenda dell'allenatore della Lazio hanno detto la loro due ex ct azzurri, Dino Zoff e Marcello Lippi: "Nell'interesse di tutti - avverte Zoff - credo che le dimissioni di Reja rientreranno. Mi sembra una situazione molto esagerata e sproporzionata, visto che il tecnico della Lazio ha fatto benissimo e la formazione biancoceleste è terza e in piena corsa per la Champions". Lippi ha invece escluso un suo sbarco sulla panchina biancoceleste: "L'ho sempre detto e ripetuto migliaia di volte, io in Italia non allenerò più. Con questo credo di aver detto tutto". Le parole di Marcello Lippi valgono più di mille altri commenti.

Nessun commento: