14 dic 2011

sogno o son desto? la Lazio passa ai sedicesimi.

Lazio 2 Sporting Lisbona 0

Datemi un pizzicotto, svegliatemi perchè questa proprio non me l'aspettavo. Al Vaslui bastava vincere contro uno Zurigo ormai eliminato e demotivato. Alla Lazio toccava vincere contro lo Sporting già qualificato ma pur sempre da battere. Ed invece succede che un signor Zurigo gioca fino alla fine e vince il suo match eliminando i diretti avversari per 2 reti a 0. E lo Sporting non resiste di fronte alla voglia biancoceleste di vincere la propria partita senza troppi calcoli, senza  pensare a Zurigo.  Il Vaslui è fuori, la Lazio è qualificata. Batte 2-0 lo Sporting Lisbona all'Olimpico e si qualifica ai sedicesimi di finale dell'Europa League. I romeni del Vaslui, che in classifica nel gruppo D erano appaiati a 6 punti con la squadra di Reja, si fermano sconfitti dallo Zurigo. Con Klose in panchina, la Lazio ci mette una ventina di minuti per affacciarsi vicino al portiere avversario. La prima occasione è al 24': sinistro di Hernanes da lontano controllato in due tempi da Marcelo. Poco dopo Sculli si libera bene in area ma poi spreca. Il vantaggio della lazio al 42'. Sculli serve Lulic sulla sinistra, cross al centro e Kozak di testa infila in rete. Squadre al riposo sull'1-0. Non succede più nulla. Tutti a prendere un the caldo. Bizzarri non fa rimpiagere l'assente Marchetti.
Nella ripresa Sporting subito in attacco: al 1' ci prova Bojinov ma Bizzarri si salva. La Lazio raddoppia al 9' con Sculli, smarcato in area da Diakitè. 2-0 per i biancocelesti la strada è in discesa ma adesso tocca allo Zurigo metterci del suo. Al 39' entra Klose al posto di Kozak. Al 69' Segna Margairaz per lo Zurigo che fa nascere un boato spontaneo a Roma. I laziali sorridono ma si attende la fine. Fine che sembra non arrivare mai fino a quando a pochi minuti dal termine gli svizzeri raddoppiano. Adesso il Vaslui è sotto di due reti. All'Olimpico si canta e si festeggia a Zurigo termina così. Un grazie a Xavier Margairaz autore del primo gol dello Zurigo. Un applauso agli svizzeri che giocano la loro partita. Capita raramente di non vedere un biscotto in questi match. Un grazie a Edy Reja e ai suoi ragazzi che non hanno gettato la spugna. Un grazie al popolo biancoceleste, uniti si vola.

2 commenti:

Andrea ha detto...

www.pianetasamp.blogspot.com

Che dire, in questo momento alla Lazio sembra girare tutto bene...ora mi auguro che Lotito a gennaio decida di rimpinguare la rosa, arrivati a questo punto, vista anche l'ottima posizione in campionato non bisogna lasciare nulla d'intentato e giocarsela fino in fondo in tutte le competizioni...ciao!

Entius ha detto...

Ero abbastanza scettico sulla qualificazione della Lazio. Pensavo che il Vaslui avrebbe vinto a Zurigo. Invece...

Ottimo risultato. Complimenti e... tanti ringraziamenti allo Zurigo. Ciao.