03 dic 2011

Quello che non ti aspetti ...

Eliminata dall'Europa league al 99,9% la Lazio torna a Roma per preparare la sfida contro il Novara. Ma il brutto deve ancora venire. Perchè a fine gara Cissè, dopo l’ennesima prova deludente, pensa bene di insultare i suoi tifosi che fino ad ora lo avevano sempre e solo supportato. E via Twitter risponde così alle critiche. «A tutti voi fottuti voglio dire che presto rimpiangerete queste parole, saluti a tutti branco di idioti». E ancora: «Vedrete presto chi sono, voi che mi odiate vi pentirete» Commento a caldo? già perdonato dalla Nord? No, non credo proprio. Cissè ha giocato metà campionato con aria di sufficienza senza mai chinare il capo e correre verso la porta o ringraziare un compagno per un assist. Dieci minuti in campo di Tommaso Rocchi valgono più delle partite di Cissè in questo campionato. Fino a questo momento nonostante gli errori, nonostante i commenti blandi sulle sue prestazioni abbiamo, noi tifosi, sempre cercato si sostenerlo, incitandolo prima, durante e dopo i match. Attraverso blog e articoli sempre a suo favore. Oggi la sua risposta -NOI- non la meritiamo.

2 commenti:

Andrea ha detto...

www.pianetasamp.blogspot.com

Io questa mania di "twittare" che hanno ormai molti giocatori la capisco poco, specie se ciò avviene subito dopo partite negative ( nel caso di Cisse sarebbe meglio dire periodi! ), a caldo si rischia di dire delle sonore boiate come in questo caso e tornare indietro poi non è facile...ciao!

francescomisc ha detto...

Lo "twittare" è la moda del momento non solo nello sport ed in particolar modo al calcio. Anche "l'alto" mondo dello spettacolo è preso da questa...moda. Tutto casuale o c'è dietro il dio denaro???

Intanto noi poveri piccoli ma onesti "nazional-popolari" ci "scanniamo" per la nostra, a volte, sciocca fede calcistica.
Non è chiaramente il nostro caso, fautori di un'oasi calcistica serena.

Buona domenica a tutti voi