22 nov 2011

Il punto sugli infortuni.

Klose crede nel recupero contro la Juve, ci spera anche Dias ma ha meno possibilità rispetto al tedesco, sarà disponibile Biava (in tribuna al San Paolo). Cissè dovrebbe esserci, sarà controllato, ha preso una botta nella parte posteriore del ginocchio destro, le vere preoccupazioni riguardano Konko. La Lazio è in ansia per il terzino francese: Reja sabato sera in conferenza stampa ha parlato di trauma contusivo, in zona mista si faceva riferimento ad un affaticamento, la verità si conoscerà oggi alla ripresa (appuntamento alle 15.30 a Formello). Konko contro il Napoli è uscito al 5’ del secondo tempo per fare spazio a Scaloni, il cambio è stato dettato da problemi fisici, questo è certo. La speranza di Reja è che non si sia trattato dell’ennesimo infortunio muscolare, negli ultimi tempi se ne sono verificati troppi. Il giocatore sarà controllato nel pomeriggio dallo staff medico, si attendono comunicazioni ufficiali da parte della società.
KLOSE – Le attenzioni restano puntate su Klose, si è fatto male nell’amichevole giocata con la Germania contro l’Olanda. Miro ha dovuto saltare la trasferta di Napoli a causa di un trauma contusivo alla tibia destra: venerdì si sentiva meglio, domani effettuerà una risonanza magnetica alla clinica Paideia per verificare l’entità dell’ematoma. Da giorni gli è stato applicato un cerotto medico per ridurre l’infiammazione e trattenere l’edema (è già in via di assorbimento). In un primo momento per il tedesco era stato stabilito un periodo di cinque giorni di inattività, l’esito degli esami clinici consentirà ai medici di autorizzare o meno la ripresa. L’ottimismo esiste, Klose dovrebbe rialzarsi in tempo per arrivare pronto al big match contro la Juventus. Non vuole mancare all’appuntamento, aspetta questa sfida. Oggi si rivedrà a Formello, le sue condizioni saranno rivalutate, le prossime 48 ore potrebbero essere decisive.
DIAS – Sabato non ha giocato Dias, si è fermato durante la pausa per un problema al polpaccio destro, si tratta di una lesione muscolare. Si è fatto male in un punto delicato, difficilmente sarà rischiato sabato sera considerando i prossimi impegni. La Lazio dovrà giocare sette partite in ventisei giorni, sarà protagonista in campionato e in Europa League, è attesa da un nuovo tour de force. Il brasiliano aveva dato la sua disponibilità a Reja, il tecnico non ha voluto rischiarlo. Dias sarà ricontrollato nelle prossime ore, se non ce la farà contro la Juve si candiderà al rientro contro il Vaslui o contro il Novara (si giocherà all’Olimpico lunedì 5 dicembre alle 20.45).
KOZAK – Si deve fermare per due settimane Libor Kozak, nel tardo pomeriggio di venerdì è stato sottoposto a risonanza magnetica, l’esame ha evidenziato un’iniziale forma di pubalgia. Il bomber ceco sperava di trovare spazio, aspettava il prossimo ciclo di partite per mettersi in mostra e strappare fiducia, è stato sfortunato, è costretto allo stop. L’infiammazione che lo ha colpito è causata da alcuni problemi posturali, cercherà di risolverli attraverso esercizi specifici, ha già iniziato le terapie del caso.
fonte: corriere dello sport

1 commento:

Andrea ha detto...

www.pianetasamp.blogspot.com

Se Dias non è del tutto guarito sarebbe meglio non rischiarlo, una eventuale ricaduta sarebbe un disastro, bisogna invece tentare di recuperare klose che per la Lazio è imprenscindibile...ciao!