12 nov 2011

calciomercato Lazio

E’ un bomber nato, gioca nel Colonia, a 19 anni (oggi ne ha 22) è esploso in Romania, ha fatto faville nel Rapid Bucarest segnando alle big del torneo. Lo scrivono in Germania: la Lazio sta seguendo Alexandru Ionita, 1,85 di altezza, è un attaccante centrale che sa fare la seconda punta, è un giocatore che non si risparmia, è un cecchino in zona gol e dà una mano in fase di copertura. Il Colonia l’ha acquistato nel 2010 (contratto in scadenza nel 2014), ma non riesce a dargli spazio, in organico c’è Podolski. Ionita è nato a Bucarest, ha status comunitario, i tedeschi potrebbero cederlo in prestito con riscatto, ha un valore di mercato che s’aggira intorno ai 2 milioni di euro, una cifra abbordabile.
LA STORIA – Conosciamolo meglio: è cresciuto nelle giovanili del Viscofil Bucarest, nel 2005 è passato al Rocar Bucarest, un club minore. Nel 2006 è arrivata la svolta, fu acquistato dal Rapid Bucarest. La società decise di mandarlo a giocare nel Rapid II, Ionita aveva diciassette anni e si mise in mostra in serie C, segnò 14 gol in 23 presenze. L’anno dopo il Rapid decise di ridarlo in prestito al Rocar Bucarest, alla sua ex squadra: partì realizzando 4 reti in 9 partite, ma fu costretto a fermarsi per colpa di un infortunio. L’esordio nel massimo campionato romeno è avvenuto nel 2008-09, la svolta della sua carriera è arrivata grazie all’allenatore Manea, è stato lui a lanciarlo tra i titolari insieme ad altri giovani. La stagione 2009-10 è stata la prima da protagonista, appena gli è stato dato spazio si è scatenato: ha segnato 10 reti in 27 partite, non è partito sempre da titolare. A 19 anni si è messo in mostra facendo gol alla Dinamo Bucarest (due tra andata e ritorno) e alla Steaua Bucarest. Il Colonia fu bravo a bloccarlo e ad assicurarselo per circa 2,5 milioni di euro. Lo lasciò in prestito al Rapid fino al termine dell’annata, poi lo portò in Germania. La presenza di Podolski non gli ha permesso di giocare con continuità, l’anno scorso è sceso in campo solo otto volte e nel campionato in corso è rimasto ai margini. Il Colonia è disposto a cederlo già a gennaio, la Lazio è attenta alla sua situazione. In organico ci sono Klose, Cisse, Rocchi e Kozak, ma considerando l’offerta la società biancoceleste potrebbe decidere di fare un investimento su questo ragazzone romeno. Il mercato è iniziato nell’ombra, Lotito e Tare si stanno guardando attorno. L’infortunio di Mauri ha complicato i piani di Reja, il suo rientro è previsto a marzo, fino ad allora Hernanes non potrà fare gli straordinari. La Lazio pensa di acquistare un trequartista, potrebbe arrivare anche una mezzala sinistra visto che nel ruolo viene adattato Lulic.
SAVIOLA – Da giorni girano alcuni nomi: quello di Javier Saviola del Benfica, argentino con passaporto spagnolo, compirà 30 anni a dicembre, ha il contratto in scadenza a giugno, si sente fuori dal progetto e vuole cambiare aria. La società ha pensato seriamente a Dagoberto del San Paolo, ex compagno di Hernanes e Dias ma è in parola con l’Internacional di Porto Alegre, ha firmato per il club brasiliano. Si è riproposto Ederson del Lione, una vecchia conoscenza, ha completato le pratiche per ottenere il passaporto italiano, ha assicurato che ne entrerà in possesso a breve.
SHAQIRI – Nelle ultime ore è rispuntata la pista legata a Shaqiri, lo svizzero-kosovaro del Basilea, ne hanno dato notizia alcuni siti specializzati. Si tratta di un centrocampista di fascia, non è un terzino, è quasi un attaccante, un’ala che gioca a destra e sinistra, la società ha pensato a lui in passato, ha 20 anni, è un grande talento. In estate fu vicino al Napoli, poi la società azzurra puntò su Pandev. Alla Lazio è stato associato addirittura il nome di Simplicio della Roma: «Per adesso no»,  ha detto il manager Gilmar Rinaldi.

Rassegna stampa a cura di Lazialità tratta da il Corriere dello Sport

1 commento:

Andrea ha detto...

www.pianetasamp.blogspot.com

A me la Lazio davanti sembra a posto: con Klose, Cisse, Rocchi, Kozak e Sculli potete dormire sonni tranquilli, piuttosto interverrei a centrocampo visto che Mauri non si sa di preciso quando rientrerà, un paio d'innesti lì e se capita uno anche in difesa visto che Zauri e Stankevicius mi sembra che diano poco affidamento...ciao!