23 ott 2011

La Lazio sbanca Bologna.

 Bologna 0 Lazio 2
Fiorentina, Roma e Bologna. Ben 9 punti in tre partite per la squadra di Edoardo Reja. Cosa chiedere di più? Un match praticamente perfetto. Non era cosa facile espugnare il Dall'Ara, non lo era per una serie di motivi: i rossoblu venivano da una vittoria fuori casa contro il Novara e quindi galvanizzati e Di Vaio -a digiuno da mesi- aveva promesso ai suoi tifosi una rete. Ancora: i biancocelesti si presentavano con una serie d'infortuni e la stanchezza fisica del match infrasettimanale contro lo Zurigo. Lista d'infortuni in aumento dopo la sfida di questa sera. La partita: fuori per infortunio Mauri, Brocchi, Gonzalez, Reja s'inventa Lulic nel trio di centrocampo insieme a Ledesma e Matuzalem. Giusta mossa che porterà i suoi frutti. Parte bene la Lazio che subito impone il suo gioco perfetto in ogni settore, stranamente bene anche la difesa ma soprattutto in campo un Marchetti di livello superiore. I biancocelesti con calma e ordine fanno possesso palla che spesso e volentieri porta a commettere fallo da parte degli avversari. E' solida la squadra con Matuzalem e Ledesma a fare da registi. Hernanes è il portatore di palla che lancia e inventa un pò per Cissè, un pò per il re Miroslav. Dopo otto minuti sfortunato Konko, il palo gli nega il gol. Voto 8 per questo terzino dai mille recuperi. Al 23' si concretizza di fatto il racconto qui sopra citato. Autogol: punizione di Hernanes, Acquafresca devia nella propria porta. Sfortunato l'attaccante rossoblu ma grande tiro di potenza del brasiliano. E mentre un ottimo Cissè tenta in tutti i modi di segnare, il Bologna con fatica cerca un pareggio. Acquafresca il più pericoloso quando su errore di Biava (retropassaggio di testa al portiere) si vede sfumare il goal da un imponente Marchetti. Al 44' ancora una splendida punizione di Ramirez e Marchetti di nuovo respinge di pugno in tuffo negando il pareggio. Col piglio della squadra matura e convinta dei propri mezzi, la Lazio chiude il primo tempo in vantaggio. Nella ripresa è ancora show biancoceleste. Manovra il gioco, fa molto possesso palla e lascia pochi spazi per far ragionare gli avversari. Al 48' Cissè serve in area un buon pallone per Lulic che infila un tiro tra le gambe di Portanova, il difensore la devia leggermente ma quel che basta per mettere fuori tempo Agliardi la vede entrare in rete per la seconda volta. Sì, seconda volta. Bologna 0 Lazio 2. Il rossoblu chinano il capo perchè questa di stasera è una signora squadra. Purtroppo giocare in Europa e poi di nuovo nel weekend non giova alla forma fisica di un team che comunque ha un panchina discutibile, complice gli infortuni. Così prima si fa male Hernanes, distorsione alla caviglia e poi Matuzalem per affaticamento muscolare. Mister Reja allora manda in campo Cana e Scaloni e inevitabilmente la squadra cala di livello. Il Bologna cerca di approfittare del momento critico ma senza alcun esito perchè in porta, ribadisco ancora, c'è un super Marchetti. Al 79' la Lazio manca di un soffio il terzo gol sul tiro a girare di Cissè, al termine di un'azione di contropiede. Non succede più nulla. Lazio batte Bologna 2 reti a 0 tra gli applausi dei 500 tifosi biancocelesti. Adesso ci aspetta un Catania in gran forma. Reja dovrà inventare il centrocampo orfano di Hernanes, Gonzalez, Mauri, Brocchi e Matuzalem. La Lazio con questa vittoria vola a quota 14 punti. Seconda in classifica.

6 commenti:

Francesco ha detto...

Gran bella Lazio, vittoria xniente facile per i motivi da te elencati. Marchetti e' tornato un muro invalicabile, ancora un'altra grande prestazione di Klose e del centrocampo... Complimenti

Pigreco San Trader ha detto...

complimenti

Euterpe ha detto...

Con questa squadra e questo allenatore si può sperare

Andrea ha detto...

www.pianetasamp.blogspot.com

Grande prova di maturità, non era facile sbancare Bologna dopo aver giocato solo tre giorni prima in Europa League e visti anche gli infortuni occorsi al vostro centrocampo...ciao!
P.S: finalmente ora avete un vero portiere...

yashal ha detto...

Pienamente d'accordo Andrea. Marchetti ha giocato divinamente. Un saluto a tutti :)

Entius ha detto...

Complimenti alla tua Lazio. Sarebbe bello se quest'anno foste voi e l'Udinese a giocarvi lo scudetto. Una ventata di novità sarebbe salutare per il nostro calcio.