12 set 2011

...e adesso l'Europa: Lazio vs Vaslui.

Reja prepara un turnover massiccio per il debutto nella fase a gironi di Europa League. Si gioca giovedì alle ore 19.00 con i rumeni del Vaslui, ieri sera a confronto con la capolista Dinamo Bucarest.

Il tecnico friulano ha cominciato a studiare i prossimi avversari, modificherà la squadra spedita in campo a San Siro, terrà conto dei prossimi impegni. Da qui al 2 ottobre, quando scatterà la prima sosta del campionato, la Lazio giocherà ogni tre giorni. Necessario ruotare tutti o quasi. Mancherà Lorik Cana, che ha riportato una lesione di primo grado al retto femorale della coscia destra: oggi all’ora di pranzo sono previsti gli esami di controllo alla Paideia. Fuori anche Stefan Radu, che ieri ha lavorato in piscina: non è ancora pronto, deve smaltire l’infiammazione al ginocchio destro. Il resto sarà turnover. Tra i pali torna Federico Marchetti, titolare in campionato e in Europa League. Reja dovrà stabilire la linea difensiva. Sono fuori causa Scaloni, Stendardo e Stankevicius, non inseriti in lista Uefa. Potrebbero tornare utili con il Genoa domenica in campionato. Non c’è Radu. Il tecnico friulano dovrà scegliere due esterni tra Konko, Zauri e Lulic, che però considera esterno offensivo. Per una volta il bosniaco potrebbe anche essere impiegato nel ruolo per cui era stato acquistato. Entrerà Diakitè, prenderà il posto di uno tra Biava e Dias. A centrocampo Reja avrà maggiore scelta. Dal primo minuto troveranno posto Gonzalez e Matuzalem. Possibile che il tecnico friulano scelga il 4- 4- 2. In questo caso, lascerebbe in panchina Hernanes. Ledesma favorito su Brocchi per fare coppia con Matuzalem, l’uruguaiano sulla fascia destra e sul versante sinistro uno tra Mauri e Sculli, che non è stato convocato per la trasferta con il Milan ma aveva già ripreso ad allenarsi da qualche giorno. Una borsite al ginocchio lo aveva costretto a fermarsi nella seconda metà di agosto.

Ora è pronto e si è rimesso a disposizione. Una risorsa in più da sfruttare. Reja dovrà decidere anche l’assortimento dell’attacco. E’ scontato il riposo che verrà concesso a Klose. Il tedesco-polacco è un fenomeno da gestire, verrà risparmiato in previsione del Genoa. Discorso diverso, invece, per Cisse. Il francese ha dimostrato di possedere una buona condizione atletica, ha voglia di giocare e di vincere anche in Europa League. Il tecnico friulano potrebbe metterlo in coppia con Rocchi, che troverà di sicuro un posto nel blocco dei titolari e andrà a caccia del centesimo gol con la maglia della Lazio. Cisse mantiene una lunghezza di vantaggio su Kozak, a meno che Reja non decida di lanciare subito anche il ceco, portando in panchina il Leone Nero, che sarebbe pronto a subentrare a partita in corso. Si vedrà.
fonte corrieredellosport 

2 commenti:

Andrea ha detto...

www.pianetasamp.blogspot.com

Giusto fare del turn over, gli impegni sono tanti e bisogna dosare le forze...ciao!

Reyjam ha detto...

Ribattendo il tuo commento nel mio blog. E' vero! Quello che deve passare un allenatore o un giocato in Italia è tremendo e se molti giocatori o allenatori non vogliono tornare in Italia dopo l'esperienza estera c'è un motivo.

Reyjam.