10 set 2011

La doppia faccia della Lazio. Milan 2 Lazio 2.

 Milan 2 Lazio 2
La prima partita di campionato regala agli spettatori oltre che ai tifosi un match avvincente, senza fiato. La Lazio tocca il primo pallone della stagione 2011/2012. E' una squadra nuova. La squadra di Cissè e Klose contro i rossoneri di Cassano, Ibra e Aquilani. Attenzione! è solo la prima di campionato, non scordiamolo. Non si accettano pronostici. Si può solo commentare. E' presto, non si possono fare bilanci positivi o negativi. Cissè e Klose, Klose e Cissè. Due nomi una garanzia almeno nel primo tempo, quando la partita sembra mettersi sui giusti binari. E poi succede che giochi contro il Milan, che è sempre la prima partita fuori casa e che i ragazzi non sono al meglio della forma. Così un meraviglioso colpaccio si trasforma in un buon pareggio da prendere e portare a casa. Cosapevoli che si poteva fare di più ma che si è rischiato altrettanto. Il match: Partenza tutta laziale con un trio che sembra lanciare segnali importanti. Hernanes, Klose, Cissè con l'aiuto di Mauri non lasciano un attimo di respiro alla squadra di Allegri, ai campioni in carica. Ma è il Milan a sfiorare il gol al 5’: tiro svirgolato di Boateng, servito da Cassano, poco dentro l’area di rigore. Pochi minuti più tardi è l'ex giallorosso Aquilani a divorarsi il gol. Tutto solo davanti la porta calcia dritto sul portiere. Ottimo però Bizzarri a chiudergli lo specchio. La partita è viva, bella. Entusiasma gli spettatori che restano a bocca aperta (compresi i tifosi laziali) quando nel giro di 10 minuti la Lazio mette a segno due reti meravigliose. Klose e Cissè, due nomi una garanzia. E' il 12' quando Stefano Mauri serve il tedesco in area che effettua uno splendido controllo e dribbling e con un guizzo scarta sulla sinistra Nesta. Abbiati non può nulla. 0-1. Che Lazio! che gol...! Il Milan sbanda vertiginosamente e perde anche Rino Gattuso quando si acutizza un problema alla vista emerso nei giorni precedenti. C'è solo una squadra adesso in campo, la mia. Cissè e Klose. E allora ora è il turno del leone nero; di testa su assist di Mauri, è un gioiello. Vola in cielo per superare Nesta e chiunque si metta in mezzo tra lui e il gol 0-2. Apoteosi Lazio! grande festa non tanto per il risultato ma per la qualità vista in campo. Ma il Milan non molla, non si abbatte anzi ci prova più volte a pareggiare subito i conti. Ci pensa Cassano, uomo partita Milan, ad arginare il fiume biancoceleste. Al 29' la squadra di Reja si rilassa. Concede a fantAntonio l'assist vincente per il tap-in di Ibra. 1-2. Come ovvio che sia la Lazio si impigrisce e i rossoneri ne approfittano. Cassano è l'anima del Milan ma Aquilani non è da meno: Dalla bandierina batte un calcio d'angolo; il barese anticipa di testa Zauri e infila nell’angolo più lontano, confermando il suo stato di grazia. Ma al 36’ Hernanes lancia un messaggio chiaro: non ci arrendiamo. Fallisce però il 3-2 con un piattone senza senso all’altezza del dischetto del rigore. Peccato per questo primo tempo buttato via così. Hernanes è sottotono e Zauri dietro non aiuta. Non male Konko e l'ex rossonero Brocchi. Cinque stagioni per lui a Milano. Nel secondo tempo scopri l'altra faccia della Lazio. Arrendevole e pronta a sprecare il buon lavoro del primo tempo. I padroni di casa ora sembrano più forti e ma la Lazio è attenta in difesa e da sempre la sensazione di poter giocare un brutto scherzo. Cissè è visibilemente calato così come Klose che attende al varco. Ma il Milan vuole i tre punti e pressa con energia. Ibra al 18’ mette sui piedi di Cassano una palla pericolosa; il fantasista prende la mira e colpisce il palo. Al 30' sono due squadre senza fiato e con poche idee. Ci provano i diavoli ma senza esito. La Lazio si accontenta del pareggio. Poco male. Termina così 2-2. Bella sfida ma si poteva osare di più.

7 commenti:

Vincenzo ha detto...

Nella prima mezz'ora mi avete veramente impressione, Klose e Cissè sono due bestie insieme. Poi vi siete spaventati e vi hanno rimontato.

Nella ripresa decisamente peggio, ma siamo solo all'inizio e credo e spero che la vera Lazio sia quella vista nella prima mezz'ora che ha messo sotto il milan.

Ciao!

Entius ha detto...

Buona prima mezzora. Se la Lazio fosse riuscita ad arrivare all'intervallo in doppio vantaggio poteva essere un'altra partita.
Pazienza. E' comunque un buon pareggio.

4EverInter ha detto...

Buona partita e ottimi i primi venti minuti...se poi uno come cassano riesce a segnare di testa ...beh allora...Mi é piaciuto molto Cissé !

Francesco ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Francesco ha detto...

Gran bella Lazio, unico limite una linea difenisiva ancora non collaudata. Zauri è inadatto, Konko è più un centrocampista laterale che unn terzino puro, ma con il passare del tempo e il rientro di Radu questo limite può essere colmato.
Dal centrocampo in poi la Lazio è una delle squadre con più qualità in avanti... impressionante Cissè, mi ha deluso Hernanes, ottimo, come sempre, Stefano Mauri (assist e inserimenti nello spazio), uno così in Serie A non ce l'ha nessuno.

Andrea ha detto...

www.pianetasamp.blogspot.com

Peccato per il doppio vantaggio sprecato, comunque credo che un punto in casa dei Campioni d' Italia debba essere sempre accettato con soddisfazione, sui due gol subìti la difesa mi è sembrata a dir poco svagata ( il primo sporattutto mi è parso incredibile!) se poi si riesce nell'impresa di far segnare Cassano di testa...ciao!

Orgoglio Nerazzurro ha detto...

Per un attimo ho sognato, peccato, almeno non avete steccato la prima, anzi, una gran bella Lazio.
Un saluto.