07 set 2011

Il preludio di un'ottima annata...!? Milan vs Lazio probabili formazioni.


Finalmente si comincia. Dopo lo sciopero dei calciatori e il doppio impegno delle nazionali, riprende il campionato di serie A. L'obiettivo è battere il Milan campione in carica. Scudetto conquistato dopo un duello lungo e avvicente con Napoli e Inter. Una bagarre alla quale la Lazio  - con qualche episodio favorevole in più - avrebbe anche potuto partecipare fino alla fine. Poco importa, si volta pagina, la società si è mossa sul mercato per rinforzare la rosa e dare a mister Reja giocatori d'esperienza e di qualità come Klose e Cissè. L'obiettivo dichiarato è di arrivare in Europa, quello ufficioso di lottare con le grandi per lo scudetto. Un sogno, forse un'utopia che non è così fantasiosa. Se dietro ai già citati centravanti  c'è un centrocampista completo come Hernanes, un assit man - sorpresa positiva dell'anno passato - come Mauri, un regista dai piedi buoni come Ledesma, un recupera palloni come Brocchi, una solida coppia di difensori centrali ben affiatata come Dias e Biava, e un portiere con tanta fame e voglia di riscatto come Marchetti. Inoltre anche le riserve sembrano all'altezza per poter essere competitivi anche sul fronte europeo: Stankevicius, Cana, Matuzalem, Sculli, Rocchi, Kozak. Certo, è partito un fuoriclasse come Zarate (si, un fuoriclasse che negli ultimi tempi alla Lazio aveva smarrito sicurezza, uno che alla prima stagione in biancoceleste aveva avuto un impatto devastante sulla Serie A, uno che ben allenato e consigliato poteva fare la differenza a qualsiasi livello), un buon terzino come Lichtsteiner (buono, non ottimo, grande corsa ma un'incapacità disarmante nel fare i cross) e alcuni giocatori di media qualità: Floccari, Foggia, Bresciano.
La sensazione è che la società - sotto attenta indicazione di Edy Reja - abbia voluto mettere in atto una mezza rivoluzione, privilegiando l'armonia dello spogliatoio e allontando chi avrebbe potuto mettere in crisi questo equilibrio.
A parole sembra tutto positivo, il preludio di un'ottima annata. Ora spetta al campo confermare o smentire le aspettative e il primo ostacolo (venerdi alle 20.45) è di quelli difficili. A San Siro contro il Milan di Ibra e Pato. Contro i campioni in carica, contro la squadra da battere a sentire tutti gli addetti ai lavori. Bestia nera della Lazio che in casa dei rossoneri non riesce a vincere da ben 22 anni, 8 febbraio del 1989. Da allora i biancocelesti ci hanno riprovato tante volte, raccogliendo appena 7 pareggi e 13 sconfitte. L'occasione appare quella giusta per sfatare questo tabù. Inizio di campionato, squadre che sono ancora un'incognita, preparazione fisica non al meglio, entusiasmo e la voglia dei nuovi (Klose e Cissè) di mostrare subito il loro valore. E il Milan? Si presenterà con un Ibra rivitalizzato da un precampionato non disturbato - dopo due anni - dalle voci di mercato, ma con i brasiliani non ancora al top, a causa del rientro ritardato dopo la Coppa America giocata a luglio.
Tuto può succedere, anche il colpaccio. Finalmente si comincia, a breve sapremo di che pasta è fatta questa nuova Lazio.

probabili formazioni:

Milan Abbiati, Abate, Nesta, Thiago Silva, Zambrotta, Gattuso, Ambrosini, Seedorf, Boateng, Robinho, Ibrahimovic. all. Allegri

Lazio Bizzarri, Konko, Biava, Dias, Radu,Ledesma, Brocchi, Mauri, Hernanes, Cissè, Klose. all. Reja


1 commento:

Andrea ha detto...

www.pianetasamp.blogspot.com

Miglior test possibile per intuire le potenzialità di questa Lazio non poteva esserci, visto che siamo alla prima giornata mi auguro di vedervi sbarazzini e non troppo attendisti come tante volte l'anno scorso siete stati...in bocca al lupo ciao!