10 mag 2011

Tracollo amarissimo...

Nella "fatal Udine" la Lazio conosce un tracollo amarissimo, una sconfitta che lancia l'Udinese e che taglia le gambe ai biancocelesti. Settanta minuti di apatia, più di un'ora vissuta da sparring partner davanti ad una squadra, quella bianconera, che dominava la scena. Reja ha cercato, nel dopo partita, di non farsi trascinare dall'emotività. Il tecnico ha provato a dare ancora una speranza ai biancocelesti. Le ultime tre sconfitte hanno fatto, però, piombare la Lazio al sesto posto, mai così in basso in questa stagione. La Champions è lontana, il calendario e i due punti di vantaggio arridono all'Udinese. Reja ha il contratto in scadenza, le voci intorno al suo futuro sono tante e si rincorrono da mesi. C'è chi dà il rinnovo con la Lazio per fatto, chi parla di un Reja attratto da proposte estere e addirittura di un ritorno di fiamma del Napoli per il suo ex allenatore. Il tecnico goriziano ha voluto spegnere, però, ogni illazione in conferenza stampa. Stando alle sue parole, la mancata qualificazione in Champions non peserà sul futuro di Edy. Il rapporto tra la Lazio e Reja può continuare, il quarto posto mancato, nel caso, non sposterebbe le valutazioni. "No assolutamente, resta un lavoro fatto bene quello di quest'anno. Quando ci siederemo a fine campionato valuteremo tutte le situazioni". Una presa di posizione netta quella di Reja che va, comunque, orgoglioso del lavoro fatto quest'anno. Un lavoro importante che ha portato la Lazio a stabilirsi con regolarità tra le prima quattro del campionato e che permette ai biancocelesti di sperare ancora, nonostante tutto, nel quarto posto. Reja e la Lazio ancora insieme, a prescindere dal peso dell'Europa che verrà?.

fonte: tuttomercatoweb

2 commenti:

Andrea ha detto...

www.pianetasamp.blogspot.com

Già altre volte ho scritto di come questo allenatore non mi sia mai piaciuto, mi ero in parte ricreduto dopo il vostro ottimo girone d'andata ma alla lunga secondo me sono venuti fuori i suoi limiti, anche se l'eventuale mancata qualificazione non credo dipenda solo dagli errori di Reja ma da un generale calo di molti giocatori...
Io cambierei, sulla panchina biancoceleste ci vedrei bene Simeone...
E tu cosa ne pensi di quel che ha combinato Edy?...ciao!

yashal ha detto...

Sono d'accordo con te Andre. Reja è un ottimo allenatore quando si tratta di conquistare punti salvezza. E' in grado di tirare su il morale del team ma non è poi in grado di gestire una squadra nelle zone alte. Ricordo anche a Napoli una situazione simile. Simeone? no non credo sia adatto. Ma qui prima di parlare di allenatore da comprare bisognerebbe cambiare la gestione. Tare? Lotito? nemmeno un guardiola potrebbe con questi individui al comando. saluti laziali