29 mar 2011

Aspettando i nazionali la testa è già a Napoli


Nazionali archiviate, si ritorna a parlare di calcio "vero". Riparte la Serie A. E lo fa - precisamente -  dallo Stadio San Paolo di Napoli, luogo magico per i partenopei che in casa hanno costruito il loro campionato di alto livello. Una vera roccaforte. E' inutile dirlo, i ragazzi di Reja, domencia all'ora di pranzo si giocano buona parte delle possibilità di accedere alla Champions League 2011- 12.
Ma per presentare la partita di domenica c'è ancora tempo.
Alcune notizie. Reja ha parlato, ha detto che la sfida contro il Napoli sarà un crocevia importante della stagione e poi è ritornato sul malcontento della piazza, spronando la Roma biancoceleste ad appoggiare la squadra in quest'ultimo mese e mezzo di partite. Un attegiamento diplomatico che hano avuto anche giocatori come Mauri, Muslera e Zarate. Quest'ultimo, in un'intervista rilasciata qualche giorno fa, ha smentito le voci che lo vogliono lontano dalla Lazio a fine anno, sottolinenando ancora una volta il suo amore verso i colori bianco celesti e il suo sogno, quello di vincere la champions league. Quando? Non si sa.
In questa settimana davvero lunga,  quindi, a farla da protagonista sono state solo le voci di giocatori, allenatori e presidenti. Sperando che questa lunga attesa verso Napoli non abbia caricato la squadra di eccessiva pressione, considerando anche il fatto che domenica mancherà tutto il centrocampo e Radu nei quattro di difesa. Un lavoro non facile per Reja che non appena avrà i nazionali di nuovo a Formello, studierà l'unidici ideale da mandare in campo.
Sempre a proposito di parole, si è parlato anche di mercato. Giusto per riempiere le pagine di giornali con qualcosa di interessante. Attorno alla Lazio si sono fatti molti nomi, quello di Ziegler (sicuro al 100% , anche se non è più una novità) e soprattutto quelli di Ibisevic (attaccante alto e forte fisicamente dell'Hoffenheim) e di Lamela (giovane argentino cortegiato anche dal Milan).  Ma sono problematiche che interesseranno più in là, ora la testa deve per forza andare a domencia, dove l'avversario sarà di quelli difficili per davvero.
Bentornato calcio "vero".

3 commenti:

Andrea ha detto...

www.pianetasamp.blogspot.com

Viste le numerose assenze e l'oggettiva forza del Napoli sarà durissima tornare dal San Paolo con un risultato positivo...
Ma secondi te Reja rimane l'anno prossimo? A me non piace, spero per voi che arrivi un allenatore capace di dare un qualcosa in più...ciao!

4EverInter ha detto...

3 partite giocate alle 12.30 e altrettante vittorie...
Non c´é due senza tre e il quattro vien da sé !

Anonimo ha detto...

Complimenti per i tuoi articoli, ho visto che collabori con tantissimi blog...
Ti volevo fare una proposta, io sono titolare di una piccola casa editrice, Urbone Publishing, ti andrebbe di scrivere qualche ebook?
questa è la mia email: info@urbone.eu
il sito è www.urbone.eu, in questi giorni forse, non sarà on line, perchè è in fase di ammodernamento.
Aspetto con impazienza tue notizie.
Gianluca Iuorio