3 gen 2011

Mercato Lazio, Santa Cruz? Alla fine si farà...


Classe 1981, Santa Cruz è al City dall'estate del '09. Per lui 20 presenze e 3 gol
 Non ce n'era bisogno, ma Reja è stato chiaro lo stesso: La Lazio cerca un attaccante. Lo ha detto esplicitamente oggi in un'intervista alla Gazzetta dello Sport. Ma ha fatto anche capire che la punta servirebbe solo nel caso in cui partisse Kozak. In prestito a fare esperienza.
Mai come quest'anno, dunque, il mercato della Lazio appare chiaro. E deciso.
La società, capeggiata dalla coppia Lotito - Tare si sta muovendo per accontentare il tecnico friulano.
Accantonato il baby prodigio Macheda - che al 90 % andrà a Genova, sponda Samp - il nome caldo è quello di Roque Santa Cruz. Attaccante del Manchester City, chiuso nel club da Tevez e Balotelli. Il paraguaiano -  non è un mistero - vuole cambiare aria e riprendere in mano una carriera che due anni fa - al Blackburn - sembrava , dopo gli alti e bassi di Monaco - essere in ascesa.
Invece, complici anche i tanti e seri infortuni, l'ex giovane promessa del Bayern, sono 2 anni che non riesce più a giocare e segnare con regolarità.
La Lazio sembra la piazza più idonea per il rilancio.
Ma il trasferimento appare più difficile del previsto.
Per due motivi su tutti:
1 - I biancocelesti vorrebbero Santa Cruz in prestito fino a fine stagione e senza diritto di riscatto. Al giocatore però questa soluzione non piace affatto. Perchè vuole il più velocemente possibile abbandonare i citizens e non ritornarci mai più.
2 - L'arrivo di Santa Cruz metterebbe in discussione la titolarità di Floccari - che fin qui ha fatto molto bene - e soprattutto metterebbe ancora più in disparte un senatore come Rocchi.
Per questo, alcuni esperti, sospettano che dietro l'acquisto del bomber paraguaiano ci sarebbe l'addio di Floccari desiderato dalla Juve di quel del Neri che fu decisivo per la sua esplosione ai tempi dell'Atalanta. Anche se, questa voce, è stata smentita dal procuratore di Floccare proprio nelle ultime ore, dicendo che Sergio sarebbe rimasto a Roma fino a fine stagione.
La situazione per il momento è in fase di stallo. Gennaio è appena iniziato e la sensazione è che alla fine Santa Cruz arriverà a Roma e lo farà negli ultimi giorni di mercato. Anche perchè, in giro, non ci sono altri attaccanti di un certo livello sulla lista trasferimenti. A parte gente come Gilardino o Dzeko. Obiettivi impossibili, però.

Si parlava anche di un altro ruolo da coprire, quello di terzino. E timidamente - sempre su indicazione di Reja - la società sta cercando un fluidificante che possa ricoprire sia la fascia destra che quella sinistra.
Il sogno è Santon, più percorribili le strade che portano a Pasqual e Rat.
Vedremo, anche se una domande sorge spontanea: a cosa è servito, quest'estate, comprare Garrido?

La speranza di noi tifosi è che la squadra non sia stravolta, soprattutto per non intaccare i fragili equilibri che reggono lo spogliatoio biancoceleste.
La vetta dista solo 3 punti e come ha detto - sempre nell'intervista di oggi Edy Reja - fondamentale sarà passare indenni il mese di gennaio, ricco di impegni: " Se a febbraio saremo ancora là - ha aggiunto alla fine il tecnico friulano - allora potremmo cominciare a sognare per davvero".

3 commenti:

Danimanu1 ha detto...

Yashal io vorrei contraddirti solamente su un tua dichiarazione, perché Santa Cruz non ha mai segnato con regolarità, tranne che una stagione al Blackburn in cui è andato in doppiacifra per il resto ha segnato 5 gol a stagione, perciò io come penso anche Lotito preferirei tenermi Floccari.

Entius ha detto...

Sinceramente anche io sono dello stesso parere. Santa Cruz è un buon giocatore ma non ha mai segnato con regolarità. Dovendo scegliere meglio Floccari.

yashal ha detto...

MI PARE DI AVER SCRITTO LA STESSA COSA:DAL POST: " vuole cambiare aria e riprendere in mano una carriera che due anni fa - al Blackburn - sembrava , dopo gli alti e bassi di Monaco - essere in ascesa.
Invece, complici anche i tanti e seri infortuni, l'ex giovane promessa del Bayern, sono 2 anni che non riesce più a giocare e segnare con regolarità.
SALUTI LAZIALI