04 dic 2010

Esame superato, i biancocelesti fanno sul serio: Lazio - Inter 3 - 1


Peccato per i due punti lasciati al Catania...
Si, questo viene da pensare dopo il successo della Lazio sull'Inter. 3 a 1 a coronamento di una partita quasi parfetta. Il pari contro i siciliani è solo un piccolo rimorso però, un pensiero di un solo istante esatto, fatto e poi perso. Un cruccio. Perchè alla fine, guardando la classifica, quei due punti potrebbero pesare. Forse non per lo scudetto (anche se sognare, in stagioni come questa, non costa nulla ed è bellissimo) ma per la Champion's si.
Quella di ieri è stata -  forse -  la partita che più di tutte ha evidenziato la vera forza della Lazio di quest'anno. Organizzata, tecnica, bella a vedersi e capace di soffrire nei momenti decisivi.
Da questi ingredienti è composta la vittoria sui nerazzurri. Anche se, per essere definita la partita perfetta, alla fine, in vantaggio di 2 gol, si è sofferto troppo. E soprattutto si è commesso l'errore - sul doppio vantaggio -  di considerare il match già chiuso, lasciando spazio a leziosismi, giocate di fino e fraseggi sotto porta di troppo. E' vero che si vinceva 2 a 0, ma contro corazzate come l'Inter, se hai la possibilità di segnare il terzo gol lo devi sfruttare altrimenti, alla prima occasione, ti segnano loro e poi cambia tutto.
Così è successo. E precisamente all'1 - 2 di Pandev. Una Lazio perfetta in tutto e per tutto, da quel momento in poi, ha mostrato la paura e per poco - se Cordoba non avesse sparato addosso a Muslera -  non ha rischiato di essere raggiunta dal pari.
Ma il calcio è così. Spesso sono decisivi gli episodi. E dicono che dagli errori si impara. E si cresce.
Comunque, sofferenza nei minuti finale a parte, il risultato è giusto.
Se c'era una squadra che ha fatto di tutto per vincere, che si è resa pericolosa, questa è stata la Lazio. A tratti spettacolare, come non si vedeva ormai da troppi anni. L'Inter ha continuato a pagare le pesanti assenze di questo periodo, anche se questo alibi, visti comunque gli uomini in campo, non può bastare a spiegare una sconfitta sacrosanta. La verità è che la Lazio sta crescendo, e quello che era considerato un fuoco di paglia autunnale, si sta pian piano solidificando in una meravigliosa realtà.
Ora tutti iniziano a temerla seriamente. Anche se è ancora presto. Ovviamente.
3 a 1. Dunque. Firmato Biava, Zarate, Hernanes. Quest'ultimi due tra i migliori in campo. L'argentino aveva già convinto contro il Catania dimostrando di essere in forma. Il brasiliano ha confermato le ottime qualità tecniche anche contro un avversario importante. Protagonista assoluto. Trascinatore. E autore del gol decisivo, nel momento di maggior sofferenza.
Bene ancora la difesa, ottimo Radu su Biabiany e la coppia centrale. In crescita Matuzalem, il solito instancabile faticatore Brocchi. Insomma la squadra ha sfoderato l'ennesima grande gara della stagione.
I nerazzurri si rialzeranno, recupereranno infortunati e morale e ritorneranno tra le prime della classe. Ora quello che conta è che lassù c'è ancora la Lazio. Meritatamente.
E allora a considerare la cosa da un punto di vista pratico è vero che resta il rammarico di aver lasciato quei maledetti due punti al Catania...

12 commenti:

Vincenzo ha detto...

Complimenti Yashal per la vittoria, anche se di corazzata abbiamo ben poco ora. Ieri in campo non c'era manco un corazziere.

Ciao.

Entius ha detto...

Come scritto nel mio blog, la Lazio ha meritato di vincere per quello che (non) ha fatto l'Inter.
I biancocelesti hanno disputato una buona partita e sono stati bravi a sfruttare le occasioni.
La sofferenza finale ci può stare considerando che davanti avevate l'Inter.

Andrea ha detto...

www.pianetasamp.blogspot.com

Ho sentito di numeri straordinari di Hernanes, ad oggi il più grande acquisto fatto quest'estate dalle squadre italiane, che giocatore fantastico!
Se non ci sarà il classico calo che contraddistingue le squadre di Reja nei primi mesi dell'anno questa Lazio ha tutti i numeri per centrare la Champions...ciao!

marco99 ha detto...

Ho già esternato a caldo tutta la mia soddisfazione nel tuo post precedente.
:)

yashal ha detto...

Non sono d'accordo caro Entius. La Lazio ha meritato di vincere per quello che ha fatto vedere in campo: contropiede fulminante e difesa d'acciaio...l'Inter sarà stata pure orfana di grandi giocatori ma la Lazio di venerdì avrebbe battuto qualsiasi formazione! ciao

LeNny ha detto...

Complimenti alla Lazio ma noi non siamo nessuno e come dicevo sui Blogs amici: siamo un'ex squadra... Cacciamo il Pupazzo e ricostruiamo per il prossimo anno. Stagione finita a schifo e non è "ancora" cominciata.

Un saluto.

LeNny

alfredo ha detto...

Allora comincio il mio post dicendo che la lazio lassù fa scomodo a tutti...opinionisti, sky. mediaset premium ecc ecc...Contnuo con il dire che la lazio ad oggi è la squadra che mostra il calcio più concreto ed equilibrato...che è la squadra che subisce di meno...che è la squadra con minor calci di rigore a favore con il maggior numero di arbitraggi a sfavore e soprattutto è una squadra che non si attacca alle condizioni del campo, alle condizioni atmosferiche o all'oroscopo contario. Dicamolo apertamente che questa è una squadra vera...che domenica prossima dimostrerà ancora il suo valore a casa della juventus. per quanto riguarda la partita di venerdì c'è poco da dire...80 minuti di assoluto dominio...con 5 miuti di sofferenza normali in una partita di 90 minuti. Se fosse finita 4 a 1 o 3 a 0 nessuno avrebbe gridato allo scandalo... per gli organi di stampa è scomodo dire che la lazio è l'avversaria del milan per lo scudetto...e infatti non lo dicono...preferiscono fare sondaggi sul napoli sulla Juve e sulla roma...A NOI va bene così...navigare nell'ombra consapevoli della nostra forza...AVANTI LAZIO, AVANTI LAZIALI...onore vero di una città rovinata da gente che disconosce storia cultura e civiltà!

yashal ha detto...

Aaaah! ci voleva questo commento. Ti ricordo inoltre caro Alfredo che i giornalisti sono gli stessi che scrivono:"profonda crisi Inter" e poi se vince la domenica successiva: "l'Inter si rialza" oppure: "Delneri non capisce nulla" poi fa tre gol al catania: "Juve da scudetto" continuo: "l'aquila ha perso le ali" poi vince contro l'Inter: "l'aquila vola sempre più in alto"ahaha!!! Insomma tutto questo per dire che fino a quando non ci sarà un vincitore a fine campionato le dichiarazioni cambieranno ogni settimana. Meglio che di noi non parlano anzichè sentire certe idiozie! saluti laziali caro Alfredo.

LeNny ha detto...

Alfredo non serve esagerare e piangere come stai facendo, non vi serve e non è del tutto vero. Siete forti abbastanza ma avete sempre questa forma di vittivismo.

Ciao.

LeNny

Danimanu1 ha detto...

Io credo che la Lazio sia la squadra con il miglior gioco in Italia, la Lazio meritava assolutamente il 1° Posto, ma comunque la classifica non riflette il mio pensiero. Come scrivo nel mio blog odio contestare glia arbitri perciò mi limiterò a parlare della Lazio, a parte episodi eccezionali (vedesi il derby).
Concludo dicendo che la Lazio ha completamente dominato sull'Inter venerdì e questo è un ottimo segnale.
Forza Lazio

se vi va visitate il mio blog.

alfredo ha detto...

Ah lenny...ti conviene rileggere il mio commento...non credo che ci sia vittimismo ma pura constatazione di quello che succede. Il calcio dall'avvento prepotente di sky è solo di 4 squadre...Inter, Milan, Juve e Riomma! se alla ribalta arriva un palermo, una lazio o un napoli...da molto fastidio...lo si evince dai commentatori in testa l'idiota caffè MAuro che parla di fortuna di campionato mediocre...Vedrete quando l'inter recupererà il gap così come la juve e la roma allora si parlerà di campionato spettacolare!

Ma noi ce ne freghiamo...e poi un altra cosa caro LENNY...il mio non è vittimismo...ma protesta contro l'opinione che diventa notizia, protesta contro chi ci vuole infarcire di stronzate e ci tratta come idioti, protesta contro chi crede di essere l'unica squadra al mondo e di poter dire e fare ciò che vuole calpestando diritti e orgoglio altrui...Ah ma giusto tu forse vivi a MILANO!!

alè la lazio!

LeNny ha detto...

@Alfredo:

Prendo atto del tuo secondo pianto, al resto non rispondo nemmeno, tempo sprecato.

Salutoni vittima calcistica.

LeNny.