19 dic 2010

Buon Natale popolo laziale!!!

Lazio 3 Udinese 2

L'aria natalizia fa bene alla Lazio che batte l'Udinese 3-2 e festeggia il Natale con un secondo posto e 33 punti conquistati. Un girone di andata agli sgoccioli che la squadra di Reja ha affrontato davvero in maniera egreggia. Qualche sbavatura e un pizzico di sfortuna (contro la Juventus) non hanno permesso di chiudere da capolista ma nessuno avrebbe scommesso sul secondo posto dei giocatori laziali ad inizio campionato. Così la Lazio vince un match spettacolare tra gol mancati e azioni da togliere il respiro.
La squadra di Guidolin arriva nella capitale con un solo obiettivo: giocare bene e conquistare almeno un punto. Decisamente più nervosa in campo la formazione romana che sente il peso di una classifica troppo importante per concedersi errori. Così inizia il match; i bianconeri sono subito aggressivi tanto da far capire che i ragazzi dovranno combattere fino alla fine per chiudere in bellezza il 2010.
Non c'è il tempo di ragionare, di commentare, di alzare un coro per i biancocelesti perchè Hernanes nella prima azione al minuto numero 1 segna un gol meraviglioso che gela l'Udinese. Un tiro di sinistro da fuori area palla indirizzata nell'angolino in basso a destra. Assist di Tommaso Rocchi. 1-0.
La partita prosegue nel migliore dei modi. Chi immaginava i friulani arrendevoli si è dovuto subito ricredere perchè la squadra gioca e gioca bene. In difficoltà soprattutto Diakitè sulla fascia sinistra contro il nino delle meraviglie Sanchez. Al 7° Antonio Di Natale conquista un calcio di punizione nella metà campo avversaria. Tentativo fallito. E' una splendida partita a tutto campo, si passa da un lato all'altro senza sosta. Questa volta ci prova la Lazio con Stefano Mauri; un tiro di sinistro da fuori area. Di poco alto. E' il turno di Hernanes (migliore in campo) che colpisce la traversa con un tiro di sinistro meraviglioso da fuori area. L'Udinese è sempre pericolosa nel contropiede con Di Natale, Sanchez e Isla. Strepitoso Dias nel fermare la maggior parte delle incursioni avversarie. Al 25° è Mauro Zarate che calcia di destro ma Handanovic si fa trovare pronto. Bene Tommaso Rocchi soprattutto nel servire i compagni. Una gara che non cala mai di intensità, anzi.
A fare la telecronaca minuto per minuto si rischierebbe di non terminare mai questo post; dunque - dopo aver segnalato la clamorosa occasione della Lazio sul finire del tempo con un contropiede in 4 contro 1 sfumato dal tiro errato di Licht prima e Hernanes poi - andiamo al secondo tempo.
Se la Lazio aveva ben sfruttato la prima azione da gol nella prima frazione di gioco, così ha fatto l'Udinese nella ripresa: Lazio 1 Udinese 1. E' di Alexis Sánchez un colpo di testa da centro area con palla che termina sotto la traversa in alto a destra. Niente da fare per Muslera. Nessuna preoccupazione però perchè la Lazio reagisce nel migliore dei modi, con un gol!!! Giuseppe Biava con un tiro di destro di mezza rovesciata da posizione molto ravvicinata insacca sotto la traversa. Assist di André Dias con suggerimento di testa da calcio d'angolo. Perfetta questa Lazio. 2-1. Perfetta e sfortunata nel subire un pareggio beffardo di German Denis che su colpo di testa batte proprio dal limite dell'area di rigore, Muslera. Il portiere uruguaiano scivola proprio al momento dello slancio. Sul 2 a 2 il match cala un pò di intensità. La sensazione è che i friuliani si accontentino del pareggio.
La Lazio non si disunisce e continua a giocare per portare a casa i tre punti, sarebbe un peccato, infatti, per le numerose palle gol create, non riuscire a farlo.
L'Udinese si ricompatta, difende più bassa e concede agli uomini di Edy Reja solo 2 tiri da fuori area, con Zarate prima e Matuzalem poi.
Al 71' Reja fa la mossa che alla fine decide la partita. Fuori Zarate dentro Kozak. Il pubblico fischia, l'argentino esce con la faccia scura, i telecronisti non capiscono.
La risposta è semplice: serve una torre per scardinare il muro dei bianconeri, diventato più solido dopo l'ingresso di Domizzi per Armero.
Nei successivi 20 minuti l'occasione più nitida è un tiro deviato di Hernanes che Handanovic para in calcio d'angolo. E, proprio dalla bandierina, all' '89 minuto, lo stesso Hernanes pesca a centro area la testa di Zapata, che nel tentativo di bloccare Kozak, deposita il pallone nella propria porta. E' il gol del 3 a 2. Della vittoria. Apoteosi. L'Olimpico esulta. La dea bendata ridà ai biancocelesti quello tolto una settimana fa a Torino.
Non succede più nulla.
Finisce 3 a 2 e si va in vacanza a -3 dal Milan. Non importa come finirà questo campionato quello che conta è che la Lazio ha dimostrato ancora una volta di essere presenti, di essere la più bella realtà di questo girone di andata. Grazie ragazzi. Godetevi la pausa natalizia.
Buon Natale popolo laziale. Buone feste a voi amici del blog.
Un augurio affettuoso da Mondo Biancoceleste, da Yashal.





1 commento:

LeNny ha detto...

Ciao Yashal, Buon Natale anche a te e complimenti per la tua grande Lazio. :)

A presto cara.

LeNny

;)