4 nov 2010

Alla ricerca della gioia perfetta: Lazio vs Roma.



E' l'ora del derby.
Punto e a capo.
Basterebbe anche solo questa semplice frase, questa banale verità, per far capire che domenica pomeriggio - ore 15 - allo stadio Olimpico di Roma, c'è una delle partite più importanti dell'anno. La più bella in assoluto, l'essenza stessa del calcio, quasi fosse stato inventato dagli inglesi più di cento anni fa, solo per vivere partite come  Lazio - Roma. Biancocelesti contro giallorossi. Di fronte due mondi opposti che si scontrano. Due stili diversi di vivere il calcio, due storie parallele che non si incontreranno mai, due facce della stessa medaglia. Della stessa città. Della stessa passione. Due istinti primordiali: amare il calcio. Nella sua forma più pura. Il motivo che fa si che sia una delle cose più belle della vita degli uomini.


Diventa inutile, di conseguenza,  l'uso di qualsiasi parola, per spiegare cosa significhi veramente vivere una sfida del genere. In fondo non tutto può essere trasformato in linguaggio,  ha detto un giorno qualcuno riferendosi a chissà quale emozione.
Ed allora, proprio in virtù di tale affermazione, la sconfitta in un derby porta la sofferenza pura.
La vittoria, al contrario, la gioia assoluta. Quasi quella perfetta.
Ci si può credere o no, potrà sembrare un tantino banale, ma questa è la verità. Possono anche dire il contrario, ma solo chi tifa per una delle due squadre sa che l'eterna sfida della capitale non è e non sarà mai una partita come le altre. Anche se si dovesse giocare tutte le domeniche, ogni giorno all'anno. Per l' eternità.
Eppure, potrebbe obiettare chissà quale teorico del pallone, in palio ci sono sempre i soliti tre punti. Nè uno di più, nè uno di meno. Vero, ma in questo caso non si tratta solo di punti, di vincere e allungare in classifica, di insipido calcolo matematico.
Si tratta di cuore e di orgoglio, di fede e passione. Si tratta di qualcosa che ha che fare - più che con una semplice partita di calcio delle serie A italiana - quasi con la voluttà. Esagerato? Non proprio. Se tu fossi laziale o romanista capiresti meglio, lo ammetto.
Al di là di queste parole, va detta un'altra cosa che potrebbe sembrare banale, e cioè che Lazio - Roma sarà una partita difficilissima. Per noi, ma anche per loro.
Nessuno vuole perdere, tutti vogliono vincere. E' questa la ovvia verità del derby.
Conquistando i tre punti, la Lazio darebbe davvero un clamoroso segnale di forza al campionato. Ancora di più di Palermo e di qualsiasi altro avversario affrontato o che dovrà essere affrontato, un successo contro la Roma significherebbe far davvero tremare le grandi e dare un' energia fisica e psicologica incredibile ai biancocelesti per il resto del campionato.
Conquistando i tre punti la Roma darebbe una sterzata decisiva alla sua stagione anomala disputata fino ad ora. La squadra si rimetterebbe in carreggiata e l'annata, da fallimentare, potrebbe ritornare ad essere positiva.


E in caso di sconfitta?
Vabbè... a fine partita si direbbe che è stato un ko come un altro, anche se tutti, ma proprio tutti, saprebbero che non è così.


Dicono che di solito, i derby di Roma, se li aggiudica la squadra messa peggio in classifica. Non è una regola assoluta, ma qui in Italia, per molti, è come se lo fosse. Fatto sta che tutti si nascondono. Totti ieri ha detto che vince la Lazio con un gol di Floccari su rigore... povero Totti costretto a guardare la stracittadina a casa con Ilary di fianco che fa le parole crociate e sotto sotto, per quanto gliene possa fregare, forse, tifa anche Lazio..., lo stesso Floccari ha detto ieri che se ci sarà un rigore lo tirerà Hernanes.  De Rossi, invece, è stato più equilibrato, dicendo che sarà una partita dura, che ci vorrà una Roma perfetta perchè la Lazio in questo periodo è aiutata dalla fortuna.... ancora con questa maledetta fortuna... Ma si che lo si continui a credere che il primato è solo frutto della sorte, ai giocatori, ai giornalisti e agli opinionisti da quattro soldi,  dico meglio così. Lasciamo che alla fine a parlare sia il campo.
Detto ciò, due parole sulle probabili formazioni.
Le ultime in casa biancocleste non sono notizie positive, anzi. Infatti Muslera si è infortunato ed è in forte dubbio per il derby. Causa un problema muscolare. Lo staff medico sta prendendo tutte le precauzioni del caso e nei prossimi giorni deciderà se farlo scendere in campo oppure no.
Portiere a parte gli undici in campo saranno quelli delle utlime "fortunate" uscite: Lichtsteiner , Dias, Biava, Radu in difesa; Ledesma, Brocchi, Mauri, Hernanes a centrocampo; Zarate, Floccari in attacco.
La Roma (e poi parla a noi di fortuna??) giocherà senza Totti. Al suo posto ballottaggio Menez - Simplicio. Non è escluso, però l'impiego di entrambi. In avanti sicuri Vucinic e Borriello.
Poche parole sulla tattica perchè in sfide come queste, si sa, i numeri e i moduli contano poco, quasi nulla.
Perchè quando l'ora del derby giunge bisogna lasciare a casa schemi, fogliettini e  lavagne, chiudere gli occhi, scendere in campo e anche se il cuore va a mille, giocare come mai fatto prima. Dare tutto quello che si ha, senza risparmiare niente.... e possibilmente portare a casa la vittoria....
E si, se no, che divertimento sarebbe?
Ci siamo davvero. Lazio - Roma. Stadio Olimpico. Ore 15.
Che l'eterna sfida abbia inizio. Alla ricerca della gioia perfetta.

probabili formazioni:

LAZIO: Muslera, Liechtsteiner, Dias, Stendardo, Radu, Mauri , Brocchi, Ledesma,  Hernanes, Floccari, Zarate.

Roma: Julio Sergio, Cassetti, N. Burdisso, Juan, Riise, Perrotta, De Rossi, Simplicio, Vucinic, Menez, Borriello.


7 commenti:

a'nigolè ha detto...

Senza parole..complimenti!!
De Rossi mi deve fare il piacere di starsene solo zitto..aiutati dalla fortuna..si e l'asino vola..Se c'è una cosa che non abbiamo mai avuto è stata la fortuna,mai un goal su rimpallo,mai un rigore a favore..
ma queste parole già le abbiamo sentite e risentite,sia nelle interviste a anche qui nel blog(dicendo che abbiamo avuto un calendario facile..mah)
Che dire ieri la Roma ha vinto a Basilea quindi arriverà molto carica ma anche stanca mentre la Lazio non giocando coppe sarà più riposata,speriamo di vedere un bel derby con belle azioni..
La Lazio deve giocare una partita perfetta,senza scoprirsi troppo..insomma dobbiamo far vedere a tutti il nostro gioco perfetto..dajè Lazio ce la possiamo fare..

4EverInter ha detto...

Partita difficile..un derby é sempre un derby e le sorprese sono sempre dietro l'angolo specialmente quando si parte favoriti....speriamo in bene.....!!!

LeNny ha detto...

Asfaltateli mi raccomando.

Siamo con voi. :)

LeNny

Andrea ha detto...

www.pianetasamp.blogspot.com

Effettivamente per voi non ci voleva la squalifica di Totti...
Il derby è una partita a se, che sfugge ad ogni pronostico, una vostra vittoria vi aprirebbe scenari fino a poco tempo inimmaginabili...ciao!

alfredo ha detto...

I favoriti? Ovviamente sempre loro nun se scordamo che loro so quelli che comannano er monno co l'impero romano coatto...so la squadra più forte der monno e che c'hanno la rosa che invidiano a londra sponda chelsea e a barcellona...quindi nun c'è partita....

Ah Yashal...tutto a posto...tutto tranquillo...sur cuppolone sventolerà la bandiera biancoazzurra!

Alè la lazio!

yashal ha detto...

Mi fido del pronostico Alfrè!!!baci

marco99 ha detto...

Nonostante piangono continuamente il palazzo ha avuto sempre un occhio di riguardo per la roma.
mi meraviglio che non sia stato designato tagliavento... eheh

cmq mi auguro che vinciate, magari sarà la volta buona che cacciano via anche loro ranieri.