31 ott 2010

Veni, Vidi, Vici

 Palermo 0 Lazio 1
Ne hanno detto di tutti i colori. Hanno parlato di un primato immeritato, di fortuna, di calendario facile, di fuoco di paglia. Si sa, quando si tratta di calcio è facile parlare e giudicare soprattutto se la squadra in vetta alla classifica è quella Lazio di cui nessuno, ma proprio nessuno, si aspettava di trovare, dopo 9 giornate, lassù, in quella posizione. La più bella, la più ambita da tutti. La vetta. 
Dopo la sfida contro il Palermo quella vetta è sempre più biancoceleste, perchè, piaccia o non piaccia, la Lazio di Edy Reja, dopo Firenze, Verona e Bari espugna un altro campo difficile della serie A: il Renzo Barbera. Alla faccia del calendario morbido, verrebbe subito da sottolineare.
Decide un lampo di Dias. Una semirovesciata al volo nel primo tempo. Un gol pazzesco, all'altezza, veramente, dell'impresa di oggi pomeriggio. Si, perchè di impresa si deve parlare. Cuore, sofferenza, spirito di sacrifico, duttilità tattica e grande maturità. E' frutto di tutti questi elementi il successo dei biancocelesti contro il Palermo. Match difficilissimo, sofferto e giocato anche in inferiorità numerica nei dieci minuti finali. D'altronde si sapeva che non sarebbe stato semplice limitare la fantasia e la tecnica del Palermo. Eppure Pastore, Ilicic e Pinilla sono stati annientati. Con fatica, con i denti, come è giusto che sia quando si tratta di campioni riconosciuti da tutti. 
E' servito anche un grande Muslera per tenere la porta imbattuta. Una saracinesca, decisivo in almeno tre circostanze. Come un fuoriclasse assoluto. In verità ci sarebbe da lodare uno ad uno gli undici protagonisti della vittoria, ognuno ha dato un contributo decisivo. Dias, Biava, Radu, Lichtsteiner, Brocchi, Ledesma, Mauri, Hernanes, Zarate, Floccari, Gonzalez, Stendardo. Grandi, grandissimi. Quasi eroici. 
Cuore e sofferenza, dicevamo. Non c'è contentezza più grande che al termine di vittorie come questa. Altro che 4 a 0 in casa facile.
La cronaca? Che dire? Ma poi interessa veramente la cronaca dopo una prestazione del genere. Il Palermo ha fatto un'ottima gara, per carità, e forse, obiettivamente, non meritava di perdere. Ma la Lazio è stata più cinica ed ha giocato davvero da grande squadra, consapevole delle sue qualità, della sua forza.
L'esame è stato superato. La sensazione anche se Reja continua a dire che mancano 18 punti per la salvezza, è che il divertimento sia appena iniziato. 
Domenica c'è il derby. Quello di Roma. Il più bello d'Europa. Comunque andrà a finire giocarlo da capolista è già un grande successo, senza prezzo. Ma per la stracittadina c'è ancora tempo, ora bisogna pensare a godere di questo successo, ricaricare le pile e ripartire.

12 commenti:

Entius ha detto...

Complimenti, la "tua" Lazio va veramente forte. E, come ho scritto nel mio blog, mi sa che le aquile fanno sul serio...

http://calciorum.blogspot.com/2010/10/le-aquile-biancocelesti-fanno-sul-serio.html

Entius ha detto...

Ah, sto ancora aspettando la tua e-mail...

Comunque dovevo semplicemente chiederti se ti andava di scrivere un post per il mio blog sulla Lazio capolista.

4EverInter ha detto...

Ma basta........volete vincere lo scudetto ?

veleno61 ha detto...

ciao, yashal.
Volevo farti i complimenti per la bellissima Lazio di questo inizio di stagione.
Solo chi ha sofferto tanto come noi nerazzurri può capire quanto sia bello scoprire, all'improvviso, che tutto può girare per il verso giusto.
Ve lo meritate, te lo meriti.
Forza Lazio! Forza Inter!

LeNny ha detto...

Allora volete fare proprio sul serio? Bene, andate fino alla fine.

Ciao bella. :)

LeNny.

Vincenzo ha detto...

Dias ha fatto un gol pazzesco oggi!

Cmq i fa piacere che la ruota giri dalla vostra parte in questo inizio di stagione.

Reja sta lavorando molto bene sul gruppo, vedere Zarate fare il terzino è qualcosa di incredibile.

Ciao.

yashal ha detto...

Grazie amici! E' bello ricevere tanti complimenti per questa grande avventura biancoceleste. Un saluto affettuoso a tutto voi!
p.s. Entius in questo momento proprio non mi è possibile scrivere x altri blog xkè a fatica trovo il tempo x il mio. Se vuoi prendi spunto dal mio articolo: "dove osano le aquile"...salutissimi...

Andrea ha detto...

www.pianetasamp.blogspot.com

Ribadisco che il vostro calendario a mio parere finora era stato abbastanza soft ( giocare contro Bologna, Brescia e Cagliari sarà più agevole che affrontare Inter, Juve e Napoli...o no?) e che un pizzico di fortuna c'era stata nelle realizzazioni, non nelle prestazioni...ho visto il secondo tempo di ieri e pur nella comprensibile sofferenza devo dire che ho visto quello spirito di sacrificio, quella grinta e quel cuore che sono componenti indispensabili per fare strada...complimenti! Ciao!

yashal ha detto...

Vabbè Andè! abbiamo affrontato fiorentina e palermo fuori casa e abbiamo vinto. Milan pareggio. Buh! praticamente dobbiamo finire la stagione per dire che siamo una delle squadre più forti?

Andrea ha detto...

www.pianetasamp.blogspot.com

Yashal, la Fiorentina di quest'anno non è neppure lontana parente di quella degli anni scorsi...non mi sembra poi di affermare chissà quali eresie se sostengo che il vostro calendario non sia stato terribile, comunque ho SEMPRE premesso che le partite bisogna sempre giocarle e quelle facili non esistono...il colpaccio di ieri di Palermo rende ( sempre secondo me ovviamente )molto più credibile il vostro primato...ciao!

nino44 ha detto...

aho...ma nun starete mica a fa' sul serio?

alfredo ha detto...

Sorella YASHAL...
non esiste calendario semplice o calendario difficle...Vincere a firenze, bari, chievo e palermo...non era preventivabile all'inizio di stagione nemmeno dal più ottimista. Quindi dire che aver vinto 4 partite in trasferta su 5 è solo culo...beh non solo mi fa sorridere ma anche rivoltrae per terra. Diciamo che nessuno crede in noi, nessuno crede nel primato della lazio e allora cerca di dare giustificazioni anche le più assurde. sicuramente c'è una concatenazione di eventi anche fortunati, tipo che le garndi squadre sono in ritardo peerchè hanno avuto il mondiale hanno le coppe infrasettimanali...certo tutto vero...ma cosa costa dire che la lazio ha aputo sfruttare l'occasione anche e grazie soprattutto ad un organizzazione di gioco sublime..e poi scusate ma l'inter e la roma los corso anno come le vicnevano certe partite? detto questo, ribadisco che non vinceremo lo scudetto perchè siamo in ITALIA! ma faremo un ottimo campionato magari come la samp dello scorso anno. Ma ci sono ancora molti sassolini che ci togleiremo...abbiate fiducia...molta fiducia!