25 ott 2010

sshh!!! che Lazio.

Lazio 2 Cagliari 1

La storia non cambia, Lazio capolista. Una squadra così non si vedeva dai tempi di Salas e Veron. I biancocelesti superano anche la prova Cagliari dopo aver sconfitto: Fiorentina, Bologna, Chievo, Brescia e Bari, pareggiato con il Milan e perso la prima di campionato (fuori casa) contro la Sampdoria. Uno spettacolo lo stadio Olimpico gremito, sembrava quasi una finalissima, e poi l 'aquila che sorvolava gli spalti e la gente di Roma che a fine gara sussurrava incredula: "sshh! la Lazio ha vinto ancora, 2-1 e  sardi a casa." Sei vittorie in otto partite. Meglio della Lazio da scudetto di Eriksson. Hai detto niente. Ma veniamo al commento del match; la Lazio ha qualità e tecnica ed una spinta morale notevole e questo lo si vede in campo contro un Cagliari combattivo e sempre vivo. Reja propone un 4-4-1-1 con Zarate e Mauri esterni "O' profeta" Hernanes a sostegno di Sergio Floccari. La prima ora di gioco è tutta di marca laziale, che dopo un paio di azioni dei magnifici Zarate ed Hernanes passa con Floccari. Il tiro di Hernanes viene involontariamente stoppato da Mauri, che in questo modo accomoda la palla per l'ex genoano, bravo a calciare perfettamente una specie di rigore in movimento. 1-0 Lazio. Da sottolineare la grande prestazione di Zarate che il popolo laziale non aveva mai abbandonato e che lui sta ripagando con partite di alto livelllo. Il Cagliari sembra spaesato e il centroavanti Matri è troppo solo, i compagni non lo supportano abbastanza e i risultati si vedono. Nel primo tempo la Lazio gestisce il match e "accompagna" i rossoblu negli spogliatoi con un vantaggio importante. Quando la pausa termina e la squadra entra nuovamente in campo il pubblico è determinato a fare sentire il proprio entusiasmo così iniziano cori a Zarate e Floccari, applausi per Mauri e grande approvazione per il resto della squadra. I biancocelesti si caricano e dimostrano di tenerci alla vetta; così il 2-0 in avvio di ripresa premia una Lazio superiore: Mauri per Floccari, passaggio di ritorno del centravanti per l'azzurro di Prandelli, che segna in modo fortuito sfruttando un rimpallo sul petto. 2-0 ma non è ancora finita. Il Cagliari di Bisoli sembra risvegliarsi proprio sul secondo gol, forse per orgoglio o semplicemente sfrutta la stanchezza dei padroni di Roma oltre che di casa. Bisoli affianca Nenè a Matri e subito la squadra diventa pericolosa, acquista velocità in attacco e Dias e Biava sembrano troppo stanchi per contrastare il nuovo entrato. E allora la Lazio si prende paura quando Cossu crossa ed il giovane centravanti brucia la marcatura di Dias di testa e non dà scampo a Muslera. Il gol galvanizza i sardi, che sfruttano il calo fisico degli uomini di Reja della Lazio per spingere. Ancora Matri migliore in campo del Cagliari cerca il pareggio in più occasioni ma la difesa tiene bene. La Lazio merita di vincere. Lo sa il popolo che canta fino all'ultimo, lo sanno i ragazzi in campo e lo sa Reja che azzecca i cambi che ricompattano la squadra: Matuzalem e Rocchi per Hernanes e Zarate. La squadra addormenta i ritmi di gioco e l'ultima occasione è proprio del nostro capitano che, ostacolato al momento del tiro, calcia addosso ad Agazzi. La Lazio è viva. La Lazio resta capolista a più quattro dai nerazzurri, aspettando il Milan nel posticipo contro il Napoli. Adesso Palermo e poi derby.

10 commenti:

Entius ha detto...

Tanto di cappello a questa Lazio. E' partita forte e giornata dopo giornata inizia a diventare una seria pretendente al titolo.
Le prossime due partite saranno decisive per testare la forza di questa squadra e misurarne le ambizioni.

Ciao.

Entius ha detto...

Per favore mi potresti mandare la tua e-mail, vorrei chiederti una cosa. Grazie

Entius ha detto...

La mia email è: bloginter@hotmail.it

Ciao.

LeNny ha detto...

Come ti ho scritto da me... L'aquila vola in alto e non saremo di certo noi a fermarvi! Complimenti, bel campionato anche se avete un Presidente che mi sta sulle palle quasi quanto il nostro gordito di Benitez. Mi manca MOU. :(((

Un saluto. :)

LeNny.

4EverInter ha detto...

Complimenti per questa bella Lazio di inizio campionato.Ha gli stessi punti dell'Inter dell'anno scorso alla ottava giornata.Adesso diventerá sempre piú difficile perché gli avversari faranno molta piú attenzione.....

Vincenzo ha detto...

Il sogno continua per voi.

Ciao.

Andrea ha detto...

www.pianetasamp.blogspot.com

Vedendo i gol di Mauri ieri e di Floccari domenica scorsa mi sembra che anche la dea bendata vi stia dando un aiutino:-) anche se mi sembra di aver capito che la vostra vittoria ieri sia stata tutto sommato meritato.
Un'annotazione: premesso che le partite bisogna sempre giocarle e le squadre materasso non esistono praticamente più, finora il vostro calendario è stato abbastanza soft, ora che arriveranno i match con le squadre sulla carta più forti si potranno capire le reali potenzialità di questa Lazio...ciao!

yashal ha detto...

Beh! se Fiorentina in trasferta, bari in trasferta e Milan in casa ti sembrano poco vuol dire che aspetteremo l'unica e sola: Inter...ciao

Francesco ha detto...

Concordo con yashal sul claendario:

Fiorentina in trasferta (quando peraltro nn era in piena crisi)

Milan, Bari in trasferta (dove la juve ci ha perso, tanto per capirci)

Chievo (la squadra rivelazione del campionato al 4°posto) in trasferta

E samp fuori casa alla prima.....

Non mi sembra un cammino soft, anzi...

alfredo ha detto...

Buongiorno a tutti e alla deliziosa yashal...
Ricordo che all'uscita dei calendari i più ottimisti davano alla lazio 6 punti scarsi dopo le prime otto giornate...quindi calendario soft non mi sembra prorpio il calendario soft ce l'avevano i codardi giallozozzi...ma ovviamente vi diranno che hanno avuto un calendario da neopromossa.
Parlando di Lazio e sulla questione Cu.lo che sia sky che altri organi d'informazione hanno rimarcato, invito la gente che straparla a vanvera di andare a vedere le partite, dove la lazio ha l'80% del pallino del gioco subisce poco e quelle poche occasioni da gol che crea le realizza. Allora chiedo a questi luminari del calcio Italiano (Costacurta, Panucci, l'idiota Mauro ecc ecc) cosa si deve fare per vincere una partita meritandola? Forse bisogan fare 40 tiri in porta? Forse bisogna surclassare l'avversario? Non ci riesce e non ci è riuscita nemmeno l'inter di mourinho (che veniva criticata spesso per il gioco che produceva)e volete dunque che ci riesca la lazio che è solamente una squadra normale dotata tecnicamente e con un forte equilibrio tattico interno?...Suvvia...Mi sembra che anche il Milan delle meraviglie faccia due tiri e due gol...anche l'inter a cagliari ha fatto due tiri e un gol...e allora perchè dire che la lazio ha Cu.lo?...
ricordo che l'as unicredit lo scorso anno vinse sette partite al 94° e spesso con reti a carambola...ma li si parlava di fenomeni e di profeti testaccini.
amici critici..non siate fessacchiotti, la lazio è lassù perchè sta giocando bene e solo domenica ha sofferto una decina di minuti...Ora ci aspettano al varco il temerario zamaprini che ha scommesso al 100% che ci batte e i ridicili della as unicredit 1927 che sono sicuri di svoltare la stagione al derby. E l'ambiente giornalaro romano si è già messo in moto

Beh mia cara yashal...te lo dico qui in anteprima...noi continueremo il volo...planato e in solitario....e loro rimarrano a bocca asciutta!

SSLAZIO1900 noi l'onore e la gloria!