15 ott 2010

Bari - Lazio, probabili formazioni

Si ricomincia.
E lo si fa dal primo posto della classifica, ma questo, non è più una novità.
Si è detto molto, in queste settimane monopolizzate dalle nazionali, sulla vetta, sulla squadra, allenatore e società. Lotito ha parlato come non gli succedeva da tempo, è stato anche ospite della Gazzetta dello sport, in video chat, visibilmente soddisfatto e fiero della sua Lazio. Dei suoi acquisti e intuizioni. Ha anche promesso un regalo a Reja, chissà. Che sia un rinforzo a gennaio o un orologio d'acciaio nessuno lo sa.
Il clima a Formello è di quelli sereni, e ci mancherebbe alto. Assaporare il primato per 14 lunghi giorni, però, può anche avere risvolti negativi. Come un calo di concentrazione, o peggio, una distorsione della realtà. Sarebbe un guaio se la squadra dovesse scendere in campo sottovalutando l'avversario o tanto per intenderci, qualcuno dovesse iniziare a "sforare" nella dieta giornaliera.
I danni sarebbero uguali.
Applausi, si, ma ora è il momento di tornare a giocare. Liberare la mente da pensieri comunque dolci e meravigliosi, e con carattere - questo si, necessariamente - andare a Bari e provare a prendere tre punti. Detto così sembra facile, ancora di più per una squadra prima in classifica. Ma, sarà banale, non lo è affatto. Il Bari, si sa, è formazione bella e spettacolare. Mix di giovani e veterani. Esperienza e velocità, soprattutto sulle ali, zona del campo sulla quale Ventura ha fondati i successi della passata stagione e il buon avvio di quest'anno. Il 4 - 2 - 4 dei pugliesi presenta molte insidie. Soprattuto fuori casa, nella bomboniera del S. Nicola, soprattutto di sera, con i riflettori puntati addosso. Ma questo Reja lo sa, e in settimana ha tenuto alta l'attenzione dei suoi.
L'anno scorso in Puglia la Lazio fu sconfitta e giocò una delle più brutte partite dell'anno, non riuscendo a tirare praticamente mai in porta. Certo, era un'altra squadra e in panchina un altro allenatore. Le cose ora sono diverse.
Partita peggiore di questa, quindi, dopo due settimane di stop passate al primo posto della classifica in pieno "protagonismo mediatico", non poteva capitare. Sarebbe stato meglio affrontare l'Inter all'Olimpico e non essere i favoriti. Ma il destino non si cambia e se gloria alla fine sarà, molto dipende da come verranno affrontati match come quelli del S. Nicola e pressioni psicologiche come quelle delle ultime settimane. Non c'è tempo per farsi prendere dal panico. Perchè il divertimento è appena iniziato.
Bari - Lazio, la prova della maturità, potremo dire. Il miglior modo per ricominciare a stupire.

Probabili formazioni:

Bari (4 - 4 - 2): Gillet - Belmonte - Masiello A. - Parisi - Masiello S. - Alvarez - Gazzi - Almiron - Ghezzal - Barreto - Kutuzov. All: Ventura

Lazio (4 - 3 - 1 - 2): Muslera - Lichtsteiner - Biava - Dias - Radu - Brocchi - Ledesma - Mauri - Hernanes - Zarate - Floccari. All: Reja

1 commento:

Andrea ha detto...

www.pianetasamp.blogspot.com

Trasferta delicata, il Bari per il suo modo di giocare può mettere in difficoltà chiunque, sarà un bel test per misurare le potenzialità di questa Lazio...ciao!