23 giu 2010

Calcio mercato Lazio: si tratta alla vecchia maniera...


Così non può andare. Le trattative di Claudio Lotito continuano a portare solo scompiglio in casa Lazio. Tanti nomi, poche idee, nessuna cessione importante e nessun acquisto. La rosa deve essere sfoltita ed in fretta ma la società continua a frenare sulle cessioni. Problemi per Aleksandar Kolarov, persa ormai l'occasione di volare in Spagna, gradirebbe il club juventino anche se il City ha rilanciato da poco con una proposta di 20 milioni di euro, ma la società  tira la corda. La società agisce nelle trattative di calcio-mercato alla vecchia maniera: offrendo pochi soldi e tanti giocatori. Si trattava o forse ancora si tratta per Eze­quiel Matias Schelotto, argentino con pas­saporto italiano, esterno offensivo del Ce­sena. Giocatore che il club biancoceleste sta seguendo da mesi e che aveva pensato di trattare già durante il mercato di gennaio, ma in piena corsa per la promozione il club romagnolo non era stato disposto a lasciarlo partire. Claudio Lotito offre come contropartita Bonetto, Mendicino e Fabio Firmani quest'ultimo in scadenza di contratto al 30 giugno 2011, ma il Cesena vuole fare cassa oltre che acquistare rinforzi. Diversa società uguale modo di trattare: Lotito ha tentato di stringere con il patron della Reggina Lillo Foti per il centrocampista cileno con passaporto spagnolo Carlos Emilio Carmona. Il numero uno biancoceleste ne aveva già parlato con gli agenti del calciatore in una serata di inizio giugno  a Villa San Sebastiano. Oggi ha aperto una vera e propria trattativa, seguendo le linee guida lanciate da Reja che ha pubblicamente chiesto la permanenza di Ledesma e l’acquisto di un’alternativa di valore. Carmona, che molto bene si sta disimpegnando in Sudafrica, ha le caratteristiche giuste: capacità di interdizione, dinamismo, cattiveria agonistica e buona qualità tecnica. Lotito ha proposto il prestito dei giovani Perpetuini e Mendicino, ma per un accordo servono altri incontri: “Carmona è un centrocampista di grande valore e come tale ha una valutazione importante"ha sottolineato il presidente della Reggina Lillo Foti.  Ovviamente serve una robusta contropartita economica in cambio (tra i 2 e i 3 milioni di euro). Se continua così la società rischia di dover gestire anche nella prossima stagione una rosa troppo ampia e nessun acquisto o cessione di peso.

5 commenti:

Andrea ha detto...

www.pianetasamp.blogspot.com

I movimenti sono stati pochissimi un pò per tutte le squadre, il mercato deve ancora decollare quindi credo che per il momento sia prematura ogni tipo di valutazione, wait and see:-)...ciao!

4EverInter ha detto...

Sono d'accordo con Andrea...fino adesso tante chiacchere e pochi contratti di poco conto....
Le bombe di mercato scoppieranno piú avanti...anche perché il campionato del mondo sta bloccando parte della campagna acquisti !

Vincenzo ha detto...

l'importante è non perdere i pezzi pregiati o quanto meno reinvestire subito e bene i soldi incassati. Lotito fai il bravo!

Un saluto, Vincenzo.

yashal ha detto...

Mie cari amici forse le bombe di mercato potranno acquistarle squadre con una società noi non credo...saluti a tutti!

Francesco ha detto...

SECONDO ME IL RISCHIO è COME HAI DETTO TU..UNA ROSA TROPPO AMPIA E MALUMORI NELLO SPOGLIATOIO...TRA I TANTI NOMI HO SENTITO POSSIBILE QUELLO DI HERNANES...SAREBBE UN GRAN BEL COLPO, Là A CENTROCAMPO CON LEDESMA...CIAO