16 mag 2010

The End!!! Amarezza, Rabbia e Salvezza.

Così è iniziato, così è finito il campionato della S.S. Lazio 1900: con una vittoria. I biancocelesti salutano la stagione 2009-10 superando in casa l'Udinese di Marino. Non finisce però la rabbia e l'amarezza dei tifosi contro una vergognosa presidenza che non ci  ha permesso di competere con ben altri obiettivi se non quello della salvezza.  Edy Reja, chiude a  quota 46 punti con un dodicesimo posto in classifica ma il clima non è certo quello di festa. Udinese e Lazio giocano una partita dai ritmi blandi ad eccezione della incomprensibile girata di testa  di Isla contro l'arbitro (costato al cileno l'espulsione nel primo tempo). Più che al match si fa attenzione alla rabbia della tifoseria biancoceleste che sfoga ancora una volta la sua sofferenza contro la presidenza, riservando un caloroso ringraziamento invece al tecnico Edoardo Reja. Diversi gli striscioni esposti contro l'operato del numero 1 biancoceleste, invitato esplicitamente a lasciare: «Lotito vattene», «Lotito caccia li sordi» e «Società non all'altezza ci hai costretto a lottare per la salvezza»,  applauditi anche dagli spettatori, pochi, delle due tribune. Con le due formazioni già salve, ma intenzionate a chiudere nel migliore dei modi un campionato deludente, inizia la serata con il giro di campo e le lacrime di Dabo, che a fine stagione andrà via. Ma quello del centrocampista francese, autore del rigore decisivo lo scorso anno nella finale di Coppa Italia contro la Sampdoria, non sarà l'unico addio in casa Lazio: quella di Kolarov (oggi in tribuna con Lichtsteiner, Foggia e Mauri) a Livorno potrebbe essere stata infatti l'ultima del giocatore serbo con la maglia della Lazio (destinazione Inter o Real), ma anche la permanenza di Lichtsteiner e di Ledesma resta tutta da valutare, mentre per Muslera volato dalla sua nazionale il rinnovo è cosa fatta. Del clima amichevole si è avvantaggiato almeno lo spettacolo, con gol e tante occasioni sbagliate ad entrambe le parti. Dopo 16' la formazione biancoceleste è già in vantaggio con l'oggetto misterioso Hitzlsperger, che con un sinistro da fuori sblocca la gara. Ed è proprio il tedesco una delle note più liete della serata, insieme al solito di Natale che dopo un quarto d'ora realizza il suo 29/o gol in campionato, pareggiando i conti, e mettendo un sigillo ad una stagione per lui indimenticabile. Ma l'episodio chiave del match è al 37' del primo tempo quando un raptus d'ira ingiustificato di Isla (che dopo un giallo si scaglia contro l'arbitro Guida) lascia l'Udinese in 10 e consegna di fatto la gara alla Lazio. Prima dell'intervallo è il 12/o gol stagionale di Floccari a regalare il vantaggio alla squadra di Reja, che con Brocchi all'8' del secondo tempo chiude i giochi e regala un sorriso ai 15 mila accorsi all'Olimpico nonostante il freddo e la pioggia. Dopo il fischio finale, in pochi vanno a prendersi gli applausi sotto la Nord, con Zarate tra i primi a rientrare di corsa negli spogliatoi. Ora il pallino torna nelle mani di Lotito a cui i tifosi continuano a chiedere (pregando) di andar via, lasciando il posto agli interessati proprietari della Geox. Si chiude così, la stagione 2009/10 della Lazio tra rabbia, amarezza e una salvezza tanto sofferta. Intanto l'Inter conquista il suo scudetto numero 18 (auguri agli amici interisti), Totti lascia il campo di Verona in lacrime così come il Palermo che dice addio alla Champion's league che dà  invece il benvenuto alla Sampdoria (auguri all'amico blucerchiato). Il pubblico juventino continua la sua contestazione contro società e squadra, che conquistano solo i preliminari di Europa league mentre  Atalanta, Siena e Livorno salutano definitivamente la serie A.

8 commenti:

4EverInter ha detto...

E vissero tutti felici e contenti.....la Lazio salva 2 volte :
si salva e non vede festeggiare la riomma !
Alla fine non tutto e da buttare in questo week-end !

Orgoglio nerazzurro ha detto...

Avete chiuso in bellezza, meritavate qualcosa di più in classifica; ora si chiude e torna tutto a zero nella nuova stagione.
Un saluto.

Vincenzo ha detto...

Yashal, dimenticate al più presto questa stagione e vedete di rifarvi l'anno prossimo sperando che Lotito o lasci la Lazio o inizi a lavorare seriamente!

Un saluto dai campioni d'Italia, Vincenzo.

marco99 ha detto...

tutti vissero felici e contenti.. certo vallo a dire agli amici laziali che contestano da anni lotito.. buona fortuna..

tornando all'articolo mi viene da dire soltanto: finalmente!
Anche questa è finita (sul campo) in attesa di qualcosa di diverso (napoli) tuffiamoci nel calcio mercato.
Sperando per voi che non rinforziate i vostri amici interisti ancora di più, altrimenti la riomma (come la chiamate) non la supererete più nei secoli dei secoli.

Ciaooo

alfredo ha detto...

Sono due anni che in italia VINCONO SOLO DUE SQUADRE NONOSTANTE LA FECCIA ROMANISTA E LA SUA MAFIA MEDIATICA CONINUINO A SOSTENERE IL CONTRARIO. LE STATISTICHE NON LASCIANO DUBBI:

STAGIONE 2008/2009

SCUDETTO INTER
SUPERCOPPA INTER
COPPA ITALIA LAZIO

STAGIONE 2009/2010

SCUDETTO INTER
SUPERCOPPA LAZIO
COPPA ITALIA INTER

MA LA RIOMMA ANDò STà?

NONOSTANTE TUTTO...LOTITO GIALLOROSSO VATTENE!

UN ABBRACCIO A YASHAL...E ALè LA LAZIO!

marco99 ha detto...

eh eh Alfredo.
Questo tuo ultimo post è contradditorio.
Se la Lazio è l'unica che vince insieme all'inter allora Lotito te lo dovresti tenere stretto no?

alfredo ha detto...

Non è contraddittorio...La lazio non ha vinto grazie a LOTITO, la lazio ha vinto perchè quando ha qualità e equilibrio può battersela con tutte tranne le prime 4...Il problema di LOTITO è che è un egocentrico del cavolo che non vede al di la del suo dito...se avesse capito di calcio avrebbe cacciato balalrdini dopo 4 giornate e avremmo sofferto di meno. Ma lui si crede il più furbo di tutti e così ha pagato 22 milioni ZARATE quando qualche mese prima lo poteva pagare meno della metà. Poi la farsa di pandeve e ledesma...e poi troppe cose ci sarebbe ro da dire ma che sono comunque conosciute.
E' tornato a parlare dopo 3 mesi e non ne sentivamo la m,ancanza..anzi la squadra è andata bene proprio perchè lui ha taciuto. Se si facesse da parte tutto l'ambiente lazio diventerebbe di nuovo un unica entità...lasci spazio a chi capisce di calcio...se proprio vuole restare faccia il gestore e basta senza la supponenza di impartire lezioni di calcio a nessuno...SIAMO STUFI delle sue prese per il culo. vedrete che anche il prossimo anno ci regalerà un anno di mediocrità!

Andrea ha detto...

www.pianetasamp.blogspot.com

Amici yashal e Alfredo comprendo la vostra delusione e amarezza per questa stagione però se non erro è il primo anno che soffrite così tanto...Lotito ha sicuramente commesso degli errori, su tutti la gestione dei "dissidenti",ma da osservatore esterno "proverei" a dargli ancora una chance,a meno che non arrivi un magnate che voglia costruire una corazzata...ciao!